Insufficienza renale cronica in cani e gatti

19 novembre 2013 | commenti: 85

Combattere l'insufficienza renale cronica nei cani e gatti con i simbiotici | cadigroup.eu

Molti lettori del nostro sito ci chiedono informazioni e consigli per il trattamento della malattia renale cronica (CKD) dei cani (e anche dei gatti).
L’insufficienza renale cronica è una malattia subdola poiché i primi stadi sono privi di sintomi che si manifestano invece quando la malattia è già in uno stato avanzato. Avviene così una degenerazione della patologia in insufficienza renale cronica con maggior casistica legata all’età del cane a partire, di solito, dai 7 anni di età. La progressione della malattia conduce sempre ad un peggior stato di salute che porta all’annullamento della funzionalità di entrambi i reni.

Purtroppo sono varie le cause di questa patologia sia a livello congenito che derivanti da danni renali causati da vari fattori. A causa del ridotto funzionamento dei reni inizia un processo di intossicazione con una sempre maggior quantità di tossine che l’organismo non riesce ad eliminare. Ciò porta all’uremia che rappresenta il quadro terminale di tutte le forme gravi ed irreversibili della patologia renale. Essa si manifesta con decadimento delle condizioni generali dell’organismo, pallore, debolezza, scarso appetito, alito di odore urinoso, difficoltà di respirazione, sonnolenza e nelle forme più gravi si giunge al coma. Complicazioni comuni della CKD sono la ritenzione di fosfati e l’iperparatiroidismo renale secondario; l’iperfosfatemia è associata allo sviluppo di lesioni renali in cani e gatti.
È quindi importante usare diete appropriate per la nutrizione.

Sta aumentando perciò il forte consenso sull’uso di modificazioni dietetiche nell’alimentazione di cani affetti da malattia renale cronica. La dieta dovrebbe essere povera di proteine, sodio, azoto e fosfati (difficili da esser eliminati dai reni), e ricca in vitamine B e C, antiacidi e omega 3 e 6. Si possono così portare benefici effetti sull’uremia e sul tasso di mortalità in paragone con l’uso di normali diete di mantenimento. Si potrà così agire anche contro l’iperfosfatemia e le lesioni renali in cani e gatti. Obiettivi della terapia devono essere:

  1. Diminuire la progressiva perdita di funzionalità renale
  2. Migliorare le conseguenze chimiche e biochimiche della malattia
  3. Mantenere un’adatta nutrizione

Possono essere aggiunti controllando i processi che aumentano la progressione delle CKD e controllando in particolare l’apporto di acqua, nutrienti, minerali ed elettroliti e correggendo deficienze ormonali.
Quanto prima Vi daremo notizie sull’utilità dei simbiotici (cioè probiotici e prebiotici) nell’insufficienza renale cronica.

Condividi questa pagina con i tuoi amici e colleghi:
Facebook Twitter Linkedin Tumblr Email

85 commenti

  • Luisa scrive:

    Gentile Dottore,
    Ho attualmente 3 mici felv + (leucemia felina ) oltreche aver perso tanti altri per la stessa malattia che purtroppo è’ incurabile. Dato che intacca il sistema immunitario che si indebolisce con una serie di affezioni secondarie come stomatiti , uveiti etc etc che cerco di tamponare mediante veterinario con antibiotici e cortisone , potrebbe essere di aiuto questo pre/proibiotico aiutando il sistema immunitario, leggevo che nei mici il 70% parte dall’intestino. Se si quale posologia dovrei seguire ?
    Ringraziando anticipatamente .
    Cordiali saluti
    Luisa

    • admin scrive:

      @ Luisa:

      Probinul 5 buste può aiutare i suoi gatti sia nella stimolazione del sistema immunitario che nel ripristino della flora batterica intestinale post antibiotico. Le consigliamo di sciogliere mezza bustina di Probinul 5 con acqua e somministrarla con una siringa (senza ago!). La mezza bustina rimasta può conservarla in frigo e somministrala allo stesso modo il giorno dopo.

      Cordiali Saluti

      • Luisa scrive:

        Gentile Dottore,
        grazie per la sua risposta.
        Per quanti giorni o settimane dovrei somministrare il probinul 5?
        Cordialmente,
        Luisa

        • admin scrive:

          @ Luisa:

          Consigliamo una terapia continuativa di 30 giorni, a cui far seguito dei cicli mensili, sempre con mezza bustina di Probinul 5, per 12 giorni al mese per almeno 6 mesi.

          Cordiali Saluti

  • patrizia scrive:

    Buongiorno, chiedo consiglio circa l’assunzione di probinul per la mia gatta di 8 anni che ha un valore renale borderline e voglio evitare che possa alzarsi e creare un grave danno. Voi consigliate di darlo a stomaco vuoto ma ho letto un parere di un nutrizionista che insiste con lo stomaco pieno, perchè ha spiegato che in questo modo lavorano meglio e così facendo i batteri possono nutrirsi e moltiplicarsi. Essendo microrganismi vivi, una volta che arrivano nell’intestino, devono proliferare e questo non è possibile se trovano uno stomaco vuoto, perchè devono mangiare a loro volta, altrimenti morirebbero di fame. Secondo questa teoria, l’ideale è assumerli a stomaco pieno appena dopo il pasto così facendo il cibo diventa un nutrimento anche per i probiotici.
    Voi cosa consigliate di fare? Sicuramente è difficile tenere a stomaco vuoto la mia micia, lavorando lascio sempre la ciotola con i croccantini o umido a disposizione. Grazie per l’attenzione. Patrizia

    • admin scrive:

      @ patrizia:

      Il nostro Probinul 5 è uno dei pochissimi prodotti in commercio a presentare una innovativa tecnologia chiamata microincapsulazione, che garantisce la sopravvivenza di tutti i batteri presenti. Questo le permetterà di somministrare il Probinul 5 in ogni momento della giornata indipendentemente dai pasti.

      Cordiali Saluti

  • patrizia Solero scrive:

    Salve, da circa 2 anni somministro alla mia gatta il Probinul capsule come aiuto nell’insufficienza renale cronica. Ho visto che dal Probinul capsule attuale, ossia il Probinul 5, è stato eliminato lo strptococcus Thermophilus. La cosa non mi rallegra perché nel Renadyl e nell’Azodyl, prodotti specifici per l’insufficienza renale, sono presenti 3 ceppi ossia il lactobacillus acidophilus, il bifidobacterium longum e lo streptococcus Thermophilus, che ha la funzione, insieme agli altri due, di nutrirsi di scorie azotate . Mi rammarico che abbiate cambiato la formula e lo dico anche a nome di molti proprietari di cani e gatti che conosco…Voi dite che l’attuale formula è migliore ma personalmente nutro forti dubbi…peccato che quando un prodotto è buono venga modificato!…

    • admin scrive:

      @ Patrizia:

      Lo Streptococcus Thermophilus, poiché non sopravvive all’attacco degli acidi gastrici e degli acidi biliari, si utilizza normalmente come apripista per aumentare la probabilità di sopravvivenza degli altri ceppi batterici e quindi migliorarne l’efficacia. Il miglioramento della formulazione del Probinul 5 è dato dalla nuova tecnologia con cui è sviluppato, ossia la microincapsulazione. Questa tecnologia permette ai batteri responsabili del miglioramento della funzionalità intestinale (lattobacilli e bifidobatteri), di arrivare immodificati nell’intestino, garantendo un’efficacia fino a cinque volte superiore rispetto ai probiotici non microincapsulati. Con questo miglioramento viene meno dunque l’azione del Termophilus. Spero di aver fugato i Suoi dubbi.
      Per maggiori informazioni legga questo articolo.

      Cordiali Saluti

  • Barbara scrive:

    Salve,
    vorrei avere un informazione.
    ho un gatto di 16 anni che pesa circa 3,5 kg ed ha subito un’operazione alla vescica circa 2 settimane fa.
    soffre da tempo di insufficienza renale e come alimentazione le ho sempre dato il renal.
    ora fa fatica a mangiare e ha sofferto anche di diarrea.
    ha i neutrofili segmentati alti rispetto alla norma.
    il Robinul può aiutare in questa situazione? che dosaggio mi consiglia?
    graie mille

    • admin scrive:

      @ Barbara:

      Le consigliamo di fare un trattamento di “attacco” utilizzando Probinul 5 buste neutro, mezza bustina al giorno da sciogliere in poca acqua e somministrare al suo gatto direttamente in bocca tramite siringa. Terminata la confezione di Probinul 5 buste (24 giorni) potrà proseguire con una terapia di “mantenimento” utilizzando Probinul 5 capsule, una capsula al giorno, da somministrare al suo gatto intera oppure aprendola e disperdendo il contento in acqua o direttamente sul cibo umido.

      Cordiali Saluti

  • Alessio Serini scrive:

    Salve admins, una domanda importante. In farmacia qui a Bari mi hanno appena comunicato che le capsule gastroprotette da 570 mg non vengono più commercializzate. Restando in commercio solo quelle da 375 mg, cambia il dosaggio come da schema che avete gentilmente indicato nei post precedenti?
    Grazie

    • admin scrive:

      @ Alessio Serini:

      Confermiamo che attualmente sono presenti in commercio solo le capsule di Probinul 5, con una formulazione leggermente modificata come da segnalazioni (potrà trovare a brevissimo sul nostro sito indicazioni più complete riguardo alla nuova formulazione). Ci teniamo a sottolineare che le modifiche sono state effettuate per garantire la maggiore stabilità ed efficacia dei ceppi probiotici inseriti i quali, essendo microincapsulati, resistono meglio all’umidità e soprattutto all’attacco da parte dei succhi gastrici. Questa nuova tecnologia permette di garantire una maggiore efficacia di colonizzazione (5 volte superiore rispetto alla stessa quantità di batteri non rivestiti) anche nell’uso veterinario, considerando che il spesso i succhi gastrici di cani e gatti sono più acidi di quelli dell’uomo.

      Cordiali Saluti

  • Nina scrive:

    Buongiorno,
    Ho letto le varie informazioni su Probinul sui siti e ho compreso che potrebbe essere il prodotto corretto per il mio Gatto che assume farmaci per il cuore e come aiuto renale. Il prodotto idoneo dovrebbe essere Probinul 5 buste ho però il dubbio che l’edulcolante: Rebaudioside A da Stevia rebaudiana possa essere dannoso per il gatto, l’altro dubbio che ho è’ che nella composizione del prodotto su un sito di una farmacia online c’è “correttore di acidità: magnesio idrossidato e sodio bicarbonato” che però non vedo presente nella composizione del prodotto sul vostro sito. Potrei usare Probinul compresse che nn contiene Rebaudioside A da Stevia rebaudiana ma i bacilli nn sono microincapsulati , per somministrarla al gatto dovrei aprirla, in questo caso a contatto con i succhi gastrici acidi del gatto perderebbero totalmente di efficacia?
    Grazie mille per il vostro supporto!

    • admin scrive:

      @ Nina:

      Le comunico con molto piacere che da circa un mese è in commercio il nuovo Probinul 5 capsule, nel quale i probiotici sono stati microincapsulati e che, come le precedenti, non contiene né edulcorante (Stevia Rebaudiana) né correttori di acidità. Basterà quindi chiedere al suo farmacista di fiducia di ordinare Probinul 5 capsula (specificando il 5 perché è la nuova formulazione) e somministrare al suo gatto il contenuto di due capsule (l’equivalente in probiotici di mezza bustina) al giorno.

      Cordali Saluti

      • Nina scrive:

        Splendida notizia!!! Sono quindi a richiedere le modalità di somministrazione, l’ottimale è a stomaco vuoto o pieno? La mattina il gatto assume il fortekor e il diuren, non ci sono problemi di interazione con i farmaci? Il contenuto delle due capsule può essere assunto in una volta sola?
        Per quanto tempo va assunto Probinul 5 e a che cicli?
        Grazie mille!

        • admin scrive:

          @ Nina:

          Probinul 5 deve essere assunto preferenziale nte a stomaco vuoto, anche in una unica somministrazione e non interagisce con i farmaci da Lei indicati. Inizialmente consigliamo di effettuare un trattamento continuato per almeno tre mesi, dopodiché sarà sufficiente effettuare dei cicli di 12 giorni al mese.

          Cordiali Saluti

  • K scrive:

    Salve volevo sapere se e’ possibile mischiare il Probinul bustina con il Renal polvere, per fare un’unica siringa. Grazie

    • admin scrive:

      @ K:

      Non ci sono problemi nel miscelare i due prodotti in un’unica soluzione, anche se probabilmente questo richiederà l’utilizzo di un maggior quantitativo di acqua.

      Cordiali Saluti

      • Daria scrive:

        Salve, vorrei avere dei consigli sulla terapia datami dal veterinario, per curare il mio gatto affetto da insufficienza renale.
        Ogni giorno per due settimane devo fare iniezioni sottocutanee di soluzione fisiologica( 3 siringhe da 20ml),dare mezza
        compressa di Enapren ogni giorno a vita e solo cibo renal. Ho sentito che molti non danno la compressa Enapren o Fortekor ma la polverina renal e le gocce Probinul. Vorrei sapere quale terapia è migliore e se le gocce e la polverina sostituiscono l’Enapren .
        Ho avuto un gatto che è vissuto due anni
        Curato con l’Enapren ( il veterinario non era lo stesso) ma ora non mi è stato prescritto, ho paura di non curarlo nel modo giusto , potete consigliarmi per favore?Grazie

        • admin scrive:

          @ Daria:

          Quelli da lei descritti sono due approcci terapeutici diversi fra loro. Quale sia il migliore, o meglio il più adatto alle condizioni del suo gatto lo può indicare solo il suo veterinario che conosce nel dettaglio il quadro clinico. Quello che possiamo dirle noi è che Probinul non può sostituire Enapren, dal momento che sono due prodotti con meccanismo d’azione completamente diverso. Probinul 5 può essere associato a tutte le terapie da lei riportare, poiché non vi è alcuna interazione. Teniamo a sottolineare, comunque, che la formulazione più adatta da utilizzare nei casi di IRC è Probinul 5 neutro buste, la quale contiene una miscela equilibrata di probiotici e fibre prebiotiche essenziali per modificare in senso salutare la flora batterica intestinale. La posologia consigliata in questi casi è di mezza bustina al giorno, sciolta in poca acqua o mescolata al cibo umido del suo gatto.

          Cordiali Saluti

  • Sandra scrive:

    Buonasera.

    Avrei una domanda da porvi.

    L’Azodyl e’ un farmaco che e’ stato appositamente studiato e creato per uso veterinario , il probinul 5 se e’ stato prodotto con ceppi umani come fa’ ad essere efficace anche nel sistema digerente degli animali?

    Aspetto una vostra cortese risposta , anche in privato.

    Cordiali saluti.

    • admin scrive:

      @ Snadra:

      L’Azodyl (prodotto dalla Vetoquinol) è un’associazione di ceppi brevettati di tre probiotici: Streptococcus thermophilus, Lactobacillus acidophilus e Bifidobacterium longum. In realtà tale formulazione non è stata studiata e creata appositamente per uso veterinario, ma è venduta e commercializzata anche per uso umano con il nome di Kibow Biotics (prodotta dalla Kibow Biotech). Il Kibow Biotics e l’Azodyl sono lo stesso prodotto, ed è lo stesso anche il dosaggio, come la stessa è la provenienza dei ceppi probiotici. Alcuni ceppi batterici, infatti colonizzano sia l’intestino umano che quello animale e pertanto risultano efficaci in entrambe i casi.

      Cordiali Saluti

  • gaetano scrive:

    Posso somministrare il Probinul buste senza acqua , ma semplicemente mescolato all’ umido x gatti ? grazie

    • admin scrive:

      @ gaetano:

      Può utilizzare Probinul 5 disperdendolo direttamente nell’umido per gatti, ma deve comunque tener presente che le bustine sono dolcificate con Stevia e quindi potrebbero modificare il sapore del cibo rendendolo poco gradito al suo gatto. In questo caso potrà utilizzare Probinul capsule che non contiene alcun tipo di dolcificante. Sarà sufficiente aprire la capsula e disperdere la polvere in essa contenuta nel cibo umido. Consigliamo di somministrare una/due capsule di Probinul al giorno per ottenere la stessa efficacia di mezza bustina.

      Cordiali Saluti

  • Angela scrive:

    Buona sera, ho comperato Probinul5 in gocce per la gatta affetta da IRC, pensando di riuscire a somministrarla piu’ facilmente, ma non conosco la quantita’ e quante volte al giorno. Non vorrei pero’ andasse meglio la bustina o le capsule. Grazie per l’interessamento, cordiali saluti, Angela

    • admin scrive:

      @ Angela:

      Probinul gocce ha una composizione molto diversa dalle buste e dalle capsule, e non è la più adatta in questo caso. Per i problemi della sua gatta la formulazione migliore è senza dubbio quella delle buste (mezza busta al giorno sciolta in poca acqua), ma se trova più semplice la somministrazione potrà utilizzare anche le capsule (una al giorno).

      Cordiali Saluti

  • Angela scrive:

    Buona sera, ho una gatta di 15 anni e un mese fa le e’ stata diagnosticata l’insufficienza renale. Vorrei darle il Probinul5 in capsul come consigliate voi, e’ un problema se lo somministro con l’umido, perde molto in efficacia? Quante capsule dovrei somministrare al giorno? Scusate posso chiedervi quali altri farmici dovrei dare o basta il Probinul5? Ho sentito parlare di pressione alta e di acidita’. Grazie infinite per la vostra partecipazione e competenza. Angela

    • admin scrive:

      @ Angela:

      Può senz’altro somministrare Probinul alla Sua gatta anche con l’umido poiché il prodotto è microincapsulato. È sufficiente una capsula al giorno per circa 2 mesi. È anche importante usare una dieta adatta con proteine ridotte e leganti del fosforo (sali di calcio).
      Anche una dieta acida può essere nociva.

      Cordiali Saluti

  • Claudia scrive:

    Salve, ho letto che il Probinul è utile nella IRC felina: posso sciogliere metà busta nel latte? Altera il sapore dello stesso? Il mio gatto rifiuta tutto l’umido, mangia solo croccantini e non saprei come somministrargli l’integratore. Inoltre, è molto nervoso e aggressivo per pensare alla somministrazione direttamente in bocca.
    Spero mi rispondiate.

    Grazie

    • admin scrive:

      @ Claudia:

      Può tranquillamente sciogliere il contenuto di una capsula o di mezza bustina di Probinul nel latte, a patto che sia freddo o a temperatura ambiente. Dal momento che le bustine sono leggermente dolcificate con Stevia e potrebbero quindi modificare un po’ il sapore, consigliamo di provare a sciogliere mezza bustina nel minimo quantitativo di latte e vedere se il gatto lo accetta. In alternativa si potranno utilizzare le capsule, che sono invece totalmente insapori: basterà aprirne una e procedere come sopra.

      Cordiali Saluti

  • Patrizia scrive:

    Per cortesia avrei bisogno di un consiglio. Sto dando alla mia gatta di 16 anni affetta da insufficienza renale 1 capsula intera di Probinul capsule gastroprotette alla sera più una capsula di Renadyl , che sarebbe l’Azodyl americano prodotto per gli esseri umani.
    Adesso ho finito il Renadyl e vorrei provare a darle 2 capsule al giorno di Probinul. Per fortuna la gatta inghiotte le capsule intere senza problemi: basta spingergliele sul fondo della lingua e lei le manda giù.
    Vanno bene 2 capsule al giorno di Probinul? Qual è il numero massimo di capsule che si possono somministrare senza rischi?
    Grazie per l’attenzione

    • admin scrive:

      @ Patrizia:

      Probinul capsule e Renadyl hanno composizioni diverse e quindi è difficile fare una equivalenza di dosaggio dei due prodotti. In linea di massima, comunque, la cosa migliore sarebbe quella di sostituire la capsula di Renadyl del mattino con una bustina di Probinul 5, che contiene un quantitativo più elevato sia di batteri salutari che di fibra prebiotica. Può sciogliere il contenuto della bustina in poca acqua e somministrarla al suo gatto tramite siringa (senz’ago) o semplicemente mescolandola al suo pasto umido. Qualora preferisse invece continuare ad utilizzare Probinul capsule, suggeriamo di utilizzarne 2 la mattina e una la sera.

      Cordiali Saluti

      • Patrizia scrive:

        Grazie per il consiglio! Proverò a dare alla gatta 3 capsule gastroprotette di Probinul al giorno al giorno dato che mangia poco e spesso e non è facile darle il prodotto a digiuno. Per fortuna riesco a darle le capsule intere spingendole sul fondo della lingua…

        • admin scrive:

          @ Patrizia:

          Grazie a lei per la sua preferenza.
          Non esiti a contattarci di nuovo se avesse bisogno d’aiuto.

          Cordiali Saluti

      • Patrizia scrive:

        Mi scusi, ho riflettuto a lungo…lei mi ha detto che dovrei dare alla mia gatta 3 capsule gastroprotette di Probinul al giorno. Leggo ora sulla scatola che il dosaggio giornaliero per un essere umano va da 1 a 3 capsule! Non sono eccessive 3 capsule per una gatta?

        • admin scrive:

          @ Patrizia:

          Per gli esseri umani la posologia di 3 capsule al giorno è indicata nel mantenimento dei trattamenti per le disposizioni intestinali. Nei casi di IRC, invece, vengono consigliate 2-3 bustine al giorno perché è necessario un apporto più elevato di probiotici.

          Cordiali Saluti

    • Roberta scrive:

      Buongiorno, il mio gatto di circa 12 anni preso dal gattile dopo 21 giorni di ricovero in clinica è arrivato a casa mia con coccidiosi che ho debellato con fatica e herpes virus che ho sempre curato. Era stato diagnosticato un sospetto di problemi renali cronici, confermati da un esame del sangue. (Urea 178 e Creatinina 4) il 4 ottobre 2015. Da settembre ha preso vari antibiotici per debellare Herpes e anche un mal di pancia che gli toglieva l’appetito (probaibilmente dovuto dai problemi Renali). Arrivati ad oggi: Prendiamo un prodotto che si chiama Semintra, Pasta renal e ho alternato vari prodotti omeopatici e non per la flora intestinale ma senza successo. Alterniamo feci molli a secche a belle anche in un giro di una giornata. Altro problema alla mattina verso le 5 corre a bere e vomita l’acqua.
      Il gatto mangia regolarmente anche il cibo renal è tornato con gli occhi vispi e sta piano piano ingrassando.
      Secondo voi il Probinul 5 può aiutare il gatto oltre per la diarrea o feci secche anche per questo vomito di acqua che non riesco a fermare?
      Cordiali saluti

      • admin scrive:

        @ Roberta:

        Somministrando al suo gatto una sola capsula di Probinul lei potrà aiutarlo a ristabilire efficacemente l’equilibrio della sua flora intestinale con conseguenti benefici sia sul suo stato di salute sia sulla progressione della patologia renale. Per quanto riguarda il vomito di cui lei ci perla, bisogna dire che potrebbe essere causato da diversi fattori per cui per cui riteniamo più opportuno che chieda consiglio al suo veterinario.

        Cordiali Saluti

      • Roberta scrive:

        Ho comprato quello in bustine. Ho dato mezza bustina al giorno lontano dai pasti. Purtroppo il giorno dopo ha avuto una scarica di diarrea, ho provato anche il giorno successivo ma purtroppo la cosa si è ripetuta. Ho sospeso. Sono disperata. Ho sbagliato la somministrazione?

        • admin scrive:

          @ Roberta:

          Il dosaggio e le modalità di somministrazione sono corretti. Quando parla di scarica di diarrea intende evacuazioni acquose ripetute per più volte al giorno, o un’unica evacuazione con feci non formate? Nel secondo caso, consigliamo di proseguire la somministrazione di Probinul per almeno altri cinque giorni ed osservare se questo tipo di episodi va scomparendo. È possibile infatti, che la importante modifica della flora intestinale del suo gatto indotta da Probinul possa inizialmente creare qualche sintomo simile a quelli da lei riportati, che però generalmente vanno via via attenuandosi fino a scomparire dopo la prima settimana di somministrazione.

          Cordiali Saluti

  • Alessandra scrive:

    Salve,
    sto cominciando a somministrare mezza bustina di PROBINUL 5 neutro alla mia gatta di circa 3 kg, affetta da insufficienza renale lieve. Ho letto tutta la discussione e i consigli dati, per questo ho scelto probinul 5, ma ho notato che ha un sapore molto dolce purtroppo sgradito alla gatta. Per questo volevo chiedervi se è possibile usare le capsule, aprirle e sciogliere la polvere in acqua e somministrala con la siringa a stomaco vuoto, oppure in questo modo perdono efficacia?
    Grazie e cordiali saluti

    • admin scrive:

      @Alessandra:

      Potrà ottenere un trattamento efficace anche utilizzando Probinul capsule nelle modalità da lei descritte. In questo modo i probiotici non perdono di efficacia. Nelle capsule, però, il quantitativo di probiotici presenti è inferiore rispetto alle bustine. Sarà bene quindi iniziare con una capsula al giorno per i primi quattro giorni, per poi passare a due capsule al giorno, al fine di garantire il giusto apporto di batteri salutari.

      Cordiali Saluti

  • Patrizia scrive:

    La ringrazio molto per la sollecita risposta.
    Cordiali saluti

  • Patrizia scrive:

    Salve, vorrei sapere se per l’insufficienza renale della mia gatta risulta efficace somministrare il Probinul capsule gastroprotette mezz’ora dopo il pasto. Infatti soffre di gastrite e per questo motivo il veterinario mi ha consigliato di lasciarle a disposizione durante la notte i croccantini.Un’altra domanda: dato che fa caldo, conservo il Probinul in frigo; ho notato però che a volte ghiaccia un po’la verdura quando scende la temperatura. In tal caso il Probinul potrebbe deteriorarsi e i lattobacilli morire? E’ meglio tenere il Probinul fuori del frigo?

    • admin scrive:

      @ Patrizia:

      Se somministra Probinul in capsule intere lo può dare alla sua gatta anche mezz’ora dopo il pasto. Se invece normalmente apre le capsule e somministra i probiotici in polvere (non gastroprotetti) sarebbe meglio aspettare almeno un’ora dal pasto.
      Abitualmente non serve conservare Probinul in frigo, ma viste le temperature elevate di questi giorni è preferibile riporlo in frigorifero per garantire la sopravvivenza dei batteri.
      Può inoltre stare tranquilla poiché una temperatura anche intorno allo zero non compromette la vitalità e quindi l’efficacia dei probiotici.

      Cordiali Saluti

  • cinzia scrive:

    Salve,
    sto somministrando il Probinul al mio gatto affetto da IRC, una mezza bustina al giorno come da voi consigliato. Ho letto però qui nei vostri commenti che sarebbe preferibile darlo di mattina e a stomaco vuoto.Per me è impossibile rispettare queste due condizioni. E’ un problemo a livello di efficacia??? Grazie come sempre..

    • admin scrive:

      @ Cinzia:

      Si consiglia di assumere Probinul PREFERIBILMENTE la mattina a stomaco vuoto perché in tal modo i principi attivi arrivano più velocemente all’intestino. Una diversa modalità di somministrazione non compromette in modo significativo l’efficacia del prodotto (soprattutto se sta utilizzando le bustine di Probinul 5 Neutro).

      Cordiali Saluti

  • cinzia scrive:

    Buongiorno, sarei interessata ad utilizzare Probinul per il mio gatto di 5 anni affetto da IRC. Premetto che per ora l’unica terapia che segue è flebo con Ringer Lattato tre volte a settimana e renal advanced pasta tutti i giorni,le mie domande sono le seguenti.
    Utilizzando Proinul :
    1. Devo sospendere la terapia di idratazione con flebo e renal advanced?
    2. Dosi e tempo di somministrazione sia per le bustine che per le pasticche.
    3. Esistono lavori scientifici da sottoporre all’attenzione della mia veterinaria sull’efficacia dell’utilizzo dei pre/probiotici nel trattamento dell’IRC? Lei è molto scettica, ma nello stesso tempo desiderosa di apprendere cose nuove. Mi potreste aiutare in questo senso. Grazieeee

    • admin scrive:

      @ cinzia:

      Consigliamo di non sospendere, almeno per il momento, il trattamento con flebo e Renal Advance, almeno finchè non vi siano miglioramenti del quadro clinico.
      Portà dare al suo gatto mezza bustina (o il contenuto di una capsula) di Probinul, sciogliendo la polvere in poca acqua e somministrando la soluzione così ottenuta direttamente in bocca tramite siringa (senza ago, naturalmente).
      Il trattamento deve essere continuato per almeno tre mesi, dopodichè consigliamo di effettuare gli esami per verificare il miglioramento dei parametri renali.
      L’efficacia del Probinul nel rallentare la progressione dell’IRC è stata dimostrata da uno studio condotto presso l’Università Federico II di Napoli su pazienti (umani) affetti da IRC. A seguito di somministrazione di Probinul si osserva una diminuzione dei valori ematici di p-cresolo (una delle tossine indice e causa della progressione della IRC) statisticamente significativa rispetto al gruppo placebo.

      Potrà fornire alla sua veterinaria il seguente riferimento bibliografico:
      Guida B, Germanò R. et al, “Effect of short-term synbiotic treatment on plasma p-cresol levels in patients with chronic renal failure: A randomized clinical trial” Nutrition, Metabolism & Cardiovascular Deseases (2014).
      Restiamo comunque a disposizione per ogni ulteriore richiesta di informazioni.

      Cordiali Saluti

  • Maria scrive:

    Buongiorno, la mia gatta soffre da 3 anni di insufficienza renale e ultimamente la situazione si è molto aggravata. Documentandomi on line ho scoperto Azodyl (che in Europa non è in commercio) e tutti i prodotti alternativi; Probinul sembra uno di questi. L’unico mio dubbio riguarda i FOS, che migliorano l’assorbimento del calcio; infatti la mia gatta ha anche problemi di ipercalcemia da causa ignota (ora però i valori sono rientrati nella norma grazie a un anno di terapia con acido alendronico), quindi avrei bisogno di sapere l’esatta quantità dei FOS contenuti nelle bustine e nelle capsule per capire quanto possano influire sul calcio ematico.
    Non vorrei che, nel tentativo di migliorare la situazione, si ottenesse l’effetto opposto….

    • admin scrive:

      @ Maria:

      Nel Probinul sono presenti 1,1 g di FOS. Vorremmo comunque precisare che i FOS possono migliorare l’assorbimento di calcio in particolari situazioni di carenza o di malassorbimento, ma non inducono di per sé un aumento di calcio ematico. Per questo motivo non c’è alcuna controindicazione nell’utilizzarlo anche in persone o animali con ipercalcemia.

      Cordiali Saluti

  • cecilia scrive:

    Buongiorno, ho una gatta di 17 anni con un inizio di IRC. Rapporto calcio/fosforo perfetto, CREA E UREA un po’ alte ( CREA 2,9 valori di riferimento laboratorio MAX 2- UREA 44 valori di riferimento laboratorio max 30). Esami urine (peso specifico e proteinuria) perfetti. Al momento so somministrando cibo renal e duo omega come integratore. Voglio dargli il PROBINUL e vorrei sapere, dato che la gatta pesa 3,30 kg la dose giusta e per quanto tempo. Sapendo anche che mi sarà impossibile somministrare a stomaco vuoto, mi chiedo, quale potrebbe essere un buon compromesso. Ovvero magari somministo la bustina o pasticca in pochissimo cibo e poi aspetto a farla mangiare per un’ora…forse potrei somministrare maggiore dose sapendo che il cibo ridurrà un po’ l’assorbimento? Grazie mille e buona giornata

    • admin scrive:

      @ cecilia:

      La nuova forma microincapsulata di Probinul 5 consente di poter essere somministrata anche vicino ad un pasto. Le consigliamo di far assumere mezza busta sciolta in poca acqua tramite una siringa (senza ago) per un primo ciclo di almeno 2 mesi.
      La bustina che avanza, va conservata in frigorifero.

      Cordiali Saluti

  • Michela scrive:

    Salve,
    ho un gatto con IRC.
    Scrivo per sapere se i contenuti di FOS presenti nel probinul 5 possono influenzare i contenuti nel sangue di calcio nel gatto (esiste uno studio che collega fos alla ipercalcemia). E se è consigliato anche per patologie di fludt, calcoli di struvite, o se ci sono controindicazioni. Grazie.

    • admin scrive:

      @ Michela:

      L’azione del Probinul 5 contro l’IRC è stata documentata anche su umani. I FOS e l’inulina associati all’amido resistente migliorano l’assorbimento del calcio migliorando la flora colica. Per quanto riguarda l’azione che può esplicare Probinul 5 sulla patologia da Lei citata non abbiamo esperienza in merito ma in teoria dovrebbe migliorare il quadro clinico sia antagonizzando l’azione infettiva sia migliorando l’azione immunitaria. Non esistono al momento controindicazioni.

      Cordiali Saluti

  • Monica scrive:

    Buongiorno,
    grazie per la cortese risposta.

    Per quanto riguarda lo psillio, posso continuare a somministrarlo durante i pasti o interferisce con l’assorbimento di Probinul?

    Purtroppo il cibo senza cereali non può essere a basso contenuto proteico in quanto, appunto, composto da sola carne. In ogni caso faremo un tentativo con Probinul e cibo senza cereali (visto che comunque questo tipo di cibo non ha migliorato la situazione renale, ma non l’ha nemmeno peggiorata) per almeno un paio di mesi (sono sufficienti per vedere un cambiamento dei valori, secondo Voi?) e poi ripeteremo gli esami.

    La cura di mantenimento sarà sempre di mezza bustina al giorno? E’ consigliabile farla a cicli o in modo continuativo?

    In attesa di una Vostra cortese risposta, porgo cordiali saluti.

    • admin scrive:

      @Monica:

      Somministrando in modo continuativo mezza bustina di Probinul 5 al Suo gatto, potrà rallentare notevolmente la progressione della malattia renale e tenere sempre sotto controllo i valori di cratinina, urea e fosforo. Normalmente sono necessari circa tre mesi di trattamento per vedere rilevanti miglioramenti dei valori nelle analisi, ma già dopo due mesi dovrebbe poter notare un’inversione di tendenza.

      Per quanto riguarda lo psillio, le consigliamo di continuare ad utilizzarlo, somministrandolo alla sua gatta a distanza dal Probinul 5. Suggeriamo comunque di tentare di diminuire progressivamente la quantità di psillio impiegata, fino a sospenderla del tutto dopo circa una settimana. In questo arco di tempo il Probinul 5 dovrebbe già aver ripristinato l’equilibrio intestinale del Suo gatto e, di conseguenza, aver risolto anche i problemi di stipsi.
      Qualora questi ultimi dovessero invece persistere potrà riprendere tranquillamente la somministrazione contemporanea di psillio.

      Cordiali Saluti

  • Monica scrive:

    Buonasera,
    la mia gatta ha 10 anni e presenta da qualche anno un’alterazione dei valori di urea (1,8), creatinina (2,50) e fosforo (2,95).
    Il veterinario dice che non sono valori molto alti, ma che dobbiamo tenerli sotto controllo con una dieta adeguata, perché sembra che si tratti di una insufficienza renale che si sta cronicizzando.
    Tempo addietro le avevamo somministrato Renal della Royal Canin, che insieme ad Omega Pet aveva normalizzato i valori.
    La micia, però, ha avuto grossi problemi intestinali (stipsi) e per questo motivo le somministriamo 3 cucchiaini al giorno di psillio, lasciati in acqua per qualche ora (circa 200 ml), suddivisi nei due pasti umidi della giornata. Senza psillio torna ad essere stitica. Periodicamente le somministriamo Actinorm.
    Per il problema dell’obesità e per quello intestinale, da circa un anno non le diamo più il Renal, ma solo cibo umido senza cereali. Ha perso parecchio peso e la condizione intestinale è migliorata notevolmente, ma quella renale no, è appunto tornata ai valori sopraccitati.

    Tempo fa avevo letto che i problemi renali con lievi alterazioni dei valori, come quelli della mia gatta, possono essere indotti anche da infiammazioni intestinali, ma leggendo un articolo sul Vostro sito, mi sembra di capire che sia esattamente il contrario, ovvero che sono i problemi renali ad influenzare negativamente la funzionalità intestinale…ho capito male?

    Visto che molte persone hanno trovato grossi giovamenti nel somministrare Probinul ai propri animali con problemi analoghi, vorrei sapere se può essere efficace anche per i problemi della mia gatta, e volevo cortesemente chiederVi:

    1. in che dosaggi devo eventualmente somministrarlo (pesa 6,7 kg, è in sovrappeso)?
    2. posso continuare a darle anche lo psillio?
    3. devo per forza usare il cibo Renal, o i valori possono rientrare nella norma anche solo con Probinul, continuando a darle cibo senza cereali?
    4. dopo quanto tempo possono essere visibili i miglioramenti (il veterinario ha detto di riportarla tra due mesi per un controllo dei valori, dopo somministrazione di Renal. Non conosce Probinul come rimedio per i problemi renali dei gatti)?
    5. potete cortesemente indicarmi i dosaggi sia per la bustina che per le capsule? Devo vedere in che modo riesco a somministrarle Probinul, perché non è facile darle qualcosa tramite siringa senza ago…
    In ogni caso, andrebbero meglio le capsule o le bustine?

    Concludo dicendoVi che, per quanto mi riguarda, ho assunto personalmente Probinul in buste, su consiglio della mia nutrizionista, come aiuto per un problema di irritazione intestinale causato da alcune intolleranze alimentari, e l’ho trovato molto efficace.

    RingraziandoVi anticipatamente, porgo cordiali saluti.

    • admin scrive:

      @Monica:

      Pensiamo che Probinul possa diminuire senz’altro i problemi della Sua gatta. Infatti l’uso di Probinul potrà ridurre notevolmente la formazione di prodotti tossici a livello renale riequilibrando la flora intestinale la cui disbiosi è una causa dell’insufficienza renale. In tal modo ritarderà anche la cronicizzazione dell’insufficienza renale.
      Inoltre eliminando la disbiosi intestinale si combatte la stipsi in modo fisiologico ma occorrerà più di qualche giorno di trattamento prima di vedere il miglioramento. Proseguendo la cura manterrà il risultato raggiunto.

      Per tale scopo Le consigliamo di sciogliere una bustina di polvere con poca acqua e di somministrare la soluzione con una siringa (senza ago!), meglio se a stomaco vuoto. Dopo una decina di giorni potrà somministrare mezza bustina al dì almeno per 1 mese. Le bustine sono in questo caso più efficaci delle capsule. Tale azione contro l’insufficienza renale cronica è stata provata con un lavoro clinico su umani che hanno usato Probinul. Per quanto riguarda il cibo può continuare ad usare quello che le stava dando (purché a basso contenuto proteico) oppure può somministrare Renal che già conosce.

      Cordiali Saluti

  • Massimiliano scrive:

    Avendo letto del nuovo PROBINUL 5 (probiotici microincapsulati) chiedo cortesemente se tale ultima formulazione possa essere ancora più efficace per IRC del cane rispetto al PROBINUL. Grazie

    • admin scrive:

      @Massimiliano:

      Abbiamo scelto di arricchire il Probinul con l’avanzata tecnologia della microincapsulazione proprio per ottenere un prodotto migliore. In questo modo, infatti siamo in grado di garantirle che tutti i batteri che noi inseriamo nella formulazione siano vivi e vitali al momento dell’utilizzo e che raggiungano inalterati l’intestino del suo cane, colonizzandolo nel modo più efficace possibile e svolgendo così una migliore azione contro l’IRC.

      Cordiali Saluti

  • name*lisa scrive:

    Salve.
    Sto somministrando mezza bustina al di al mio gatto che ha valori renali lievemente alterati ed un lieve ispessimento dell’intestino cieco.
    Volevo cortesemente sapere
    1. probinul può dare feci molli per il primo mese di somministrazione?
    2. La somministrazione di probinul é possibile in presenza concomitante di infiammazione intestinale?
    3. Il probinul puo’ ridurre l’infiammazione intestinale?
    4. In caso di feci molli é il caso di sospendere la somministrazione?
    GRAZIE

    • admin scrive:

      Probinul neutro riporta alla norma la flora intestinale ma tale cambiamento avviene gradualmente per cui durante la modifica della flora, le feci possono anche esser molli per qualche tempo. Quindi non è consigliabile sospendere assolutamente la somministrazione. Probinul neutro normalizzando la flora combatte anche lo stato infiammatorio intestinale e quindi può esser usato per combattere anche uno stato infiammatorio transitorio. Qualora invece si trattasse di malattia infiammatoria intestinale occorre somministrare probiotici più specifici per combattere tali patologie come ad es. l’EcN che è usato proprio per contrastare le malattie infiammatorie intestinali.

      Cordiali Saluti

  • name*lisa scrive:

    Salve. Ho appreso che Probinul é migliore dell’Azodyl.
    Ho letto sul sito americano che alcuni proprietari aprono la compressa dell’Azodyl e danno la polvere mescolata a del grasso, burro, panna, yogurt in quanto la polvere viene rivestita dal grasso e riesce a raggiungere intatta l’intestino.
    Potrebbe essere utile questo tipo di somministrazione anche per il probinul?
    Io ho cominciato a somministrare probinul bustina al mio gatto mescolandola al ribes pet pasta, che é comunque un grasso, dandoglielo a digiuno la mattina e un’ora dopo do il pasto. Faccio bene?

    • admin scrive:

      La stabilità dei probiotici è legata a molti fattori: tipo di ceppo, sua fermentazione, formulazione, tutto il ciclo di produzione ed altri che devono garantire appunto la sopravvivenza del probiotico. Non è quindi sufficiente mescolare la polvere con dei grassi perché il probiotico possa raggiungere integro l’intestino. Occorre la cosiddetta microincapsulazione della polvere che deve esser effettuata in stabilimenti che sappiano applicare tale tecnica a dei microorganismi molto delicati come sono i probiotici. Pur avendo con l’uso dei Probinul neutro buoni risultati clinici, stiamo già da tempo mettendo a punto insieme ad un importante centro di produzione di probiotici tale tecnica. Siamo riusciti nell’intento come dimostrato dagli ottimi risultati ottenuti con lavori clinici su molti pazienti. Gli ottimi risultati ottenuti con Probinul 5 microincapsulato hanno dimostrato che la microincapsulazione realizzata esplica una più efficace azione terapeutica anche con minori quantità.
      Entro la fine di Novembre infatti uscirà sul mercato Probinul 5 neutro microincapsulato che è appunto il Probinul con la sua polvere microincapsulata. Comunque sia per Probinul neutro che per Probinul 5 neutro microincapsulato è sempre meglio un’assunzione a stomaco vuoto. La posologia di probinul 5 neutro è sempre la stessa di Probinul.

      Cordiali Saluti

  • Annalisa scrive:

    Buonasera, ho una setter inglese di 14 anni con un inizio di insufficienza renale. Le sto somministrando Probinul in bustine dall’inizio di agosto con un buon esito, infatti i valori dell’urea sono scesi da 112 a 69; i valori della creatinina, invece, sono rimasti stabili a 2.3.
    Desidero sapere la dose giusta per lei, visto che pesa 17 kg circa.
    Vi ringrazio
    Cordiali saluti

    • admin scrive:

      Per diminuire i valori della creatinina Le consiglieremo l’uso di dieta a ridotto contenuto di fosforo.
      Come posologia è sufficiente il contenuto di 1 busta di Probinul neutro sciolto con poca acqua e somministrato, possibilmente a stomaco vuoto, con una siringa (senza ago!).

      Cordiali Saluti

  • Massimiliano scrive:

    Salve,

    Il mio cane in IRC prende a digiuno RANITIDINA.
    L’assunzione del PROBINUL è a digiuno.
    Domanda:
    Può la RANITIDINA influire sul PROBINUL?
    Quale dei due deve essere somministrato prima dell’altro?
    A che distanza di tempo?

    Grazie

    p.s.
    Non posso, con rigore scientifico, dimostrare l’entità dell’efficacia del PROBINUL ma posso dire che l’assunzione dello stesso, valutata positivamente anche dal mio veterinario, sta contribuendo, unitamente alla fluido terapia sottocute, alla RINASCITA (almeno dal pdv clinico) del mio peloso (esempio tangibile: odore tipico dell’urea in bocca: ELIMINATO!) Attenderò analisi di controllo (dopo l’aggiunta del PROBINUL per circa 30gg.) per poter confermare biologicamente le impressioni avute.

    • admin scrive:

      La ranitidina non influisce sul probinul. Comunque se la ranitidina è presa a digiuno al mattino, Probinul può esser assunto un’ora circa prima del pasto.

      Cordiali Saluti

  • lisa scrive:

    Salve.
    Vorrei usare il vostro prodotto per il mio micione. Mi sembra di aver capito che la formula in bustine sia piu’ efficace ma ho letto che contiene correttori di acidità ma questi ultimi sono controindicati per l’irc??
    Potreste dirmi se sono presenti percentuali di fosforo??
    Su alcuni siti ho letto che il probinul viene dato con del cibo per evitare che i succhi gastrici deteriorino i fermenti, mentre qui leggo che andrebbero dati la mattina a digiuno. Potreste indicare definitivamente quale tipo di somministrazione ottimizza gli effetti del probinul sull’irc??
    Grazie

    • admin scrive:

      I correttori di acidità sono in quantità minima e perciò non influiscono affatto sulla patologia. Non è presente nessun fosfato. Noi suggeriamo di assumere Probinul a stomaco vuoto per evitare che succhi gastrici biliari e pancreatici possano uccidere gran parte dei probiotici ingeriti con del cibo.

      Cordiali Saluti

  • Massimiliano scrive:

    Salve,
    Ringrazio per la cortese celere risposta.
    Premetto che ho iniziato da circa una settimana la somministrazione con 1/2 bustina al mattino (a digiuno) e 1/2 bustina nel tardo pomeriggio (a circa 4 ore dal pranzo)

    Vi chiedo ora:
    1. meglio in un’unica soluzione come da Voi indicatomi?
    2. possibili effetti collaterali (stitichezza?)
    3. possibile aumento della dose e se si fino a quanto?
    4. possibile riduzione dell’UREA come effetto positivo?
    5. possibile sciogliere il prodotto in succo di ALOE E MIELE?

    Grazie per la preziosa disponibilità.
    Cordiali saluti.

    • admin scrive:

      Pensiamo che, come Lei ha notato, ci sia un graduale decadimento della funzione renale. Possiamo suggerirLe l’uso di Probinul proprio per rallentare e diminuire la progressione della IRC. In tal caso otterrà un’efficacia maggiore dell’uso delle bustine. Dovrà sciogliere in poca acqua mezza bustina di Probinul e somministrarla, possibilmente a stomaco vuoto, la mattina al Suo gatto. Il resto della bustina, ben richiusa, è meglio riporla in frigo per la somministrazione del giorno seguente. L’azione del Probinul è rivolta principalmente a non far produrre dalla fermentazione proteica, fenoli tossici (p.cresolo, indolo) che vanno a contrastare la funzionalità renale.
      Le consigliamo un trattamento di almeno un mese. Qualora volesse mantenere l’azione può anche continuare l’uso di Probinul perché non c’è da temere disturbi da sovradosaggio.

      Cordiali Saluti

    • admin scrive:

      Rispondiamo alle Sue domande
      1) Può anche continuare con 2 assunzioni. È importante che prenda una bustina al dì;
      2) Assolutamente no;
      3) Non occorre aumentare la dose;
      4) L’inibizione di prodotti tossici influisce positivamente sia sull’urea che sulla creatinina;
      5) È meglio sciogliere Probinul in acqua.

      Cordiali Saluti

  • Massimiliano scrive:

    Salve,
    Ho un cane di 12 anni in IRC in stadio terminale del peso di Kg.19
    Quale posologia devo considerare utilizzando le bustine di prodotto solubile neutro?
    Grazie e buon lavoro.

    • admin scrive:

      Considerando il grado della patologia Le consigliamo di sciogliere il contenuto di una bustina di Probinul Neutro co un po’ d’acqua e con una siringa (senza ago), far ingoiare la soluzione ottenuta possibilmente a stomaco vuoto. Continuare questo trattamento per almeno 2 mesi.

      Cordiali Saluti

  • patrizia scrive:

    quante capsule dare al mio cane taglia media 15kg operato con resezione buona parte colon alterna stipsi e diarrea, a causa grave infezione intestino ha avuto encefalite uveite che lo ha portato a cecità, è stato curato con antibiotici e cortisone da dicembre ad agosto 2014 quindi tanti farmaci che hanno distrutto la flora, sopseso da poco il cortisone adesso ha grave dermatite perdita di pelo. vorrei usare probinul capsule i fermenti vet non hanno funzionato molto. informazioni grazie su dosaggio e per quanto tempo. grazie mille!!!!!

  • Gualtiero scrive:

    Buongiorno, Vi sarei grato se mi poteste indicare la posologia per la somministrazione di probinul capsule al mio cocker spaniel di 13 kg. di peso ed età di 14 anni affetto da insufficienza renale cronica.Grazie.

    • admin scrive:

      Se deve ancora iniziare il trattamento può somministrare 1 capsula 2 volte al dì per una settimana e poi 1 al giorno.

      Cordiali Saluti

  • Alessandra scrive:

    Salve,
    sono arrivata al vostro sito perché alla mia gatta hanno diagnosticato una insufficienza renale. Documentandomi in internet ho visto che in America l’Azodyl da ottimi risultati, ma purtroppo non è importabile in Italia perché sono fermenti vivi, alla dogana fanno spesso storie, inoltre devono viaggiare ad una temperatura controllata di 4°.
    L’Azodyl, raggiungendo direttamente l’intestino, metabolizza le tossine uremiche che vengono escrete dall’intestino in una specie di dialisi enterica.
    I principali componenti di Azodyl sono E. thermophilus (KB 19), L. acidophilus (KB 27), B. longum (KB 31) e Psyllium husk come prebiotico.
    Ho visto che nel vostro Probinul ci sono tutti e tre i ceppi, solo che al posto dell’enterococcus thermophilus, c’è lo streptococcus thermophilus, che differenza c’è tra i due?
    Gli altri ceppi inseriti nel prodotto agiscono a che livello intestinale?
    Vorrei provare a somministrare il prodotto alla mia gatta, al fine di migliorare l’insufficienza renale meglio le capsule o le bustine? a stomaco pieno o vuoto?
    Che dosi dare ad una gatta di 3 kg e come conservare il prodotto non utilizzato?
    Pensate seriamente a studiare un nutraceutico specifico per l’IRC, simile all’Azodyl, perchè in Italia ci sono tantissimi proprietari di gatti, l’IRC è la principale causa di decessi nei gatti, che sarebbero disposti ad utilizzarlo.
    Grazie
    Alessandra

    • admin scrive:

      L’Azodyl e il Probinul hanno diverse formule. Possiamo comunque informarLa che recentemente è stato portato a termine un lavoro clinico su pazienti con insufficienza renale cronica all’Università di Napoli. Si è dimostrato che Probinul ha ridotto la formazione di p-cresolo e del suo omologo serico p-cresilsolfato diminuendo così la formazione di prodotti tossici per il rene. Si è constatato che l’insorgenza di IRC porta ad una disbiosi intestinale che genera l’aumento di prodotti tossici tipo p-cresolo, indolo, ecc.
      Riportando ad uno stato eubiotico la flora intestinale, si riporta alla norma il metabolismo proteico e amino-acidico. Per normalizzare la flora intestinale servono i probiotici per il tenue ed i prebiotici per il crasso, che sono appunto presenti nel Probinul in dosi appropriate. A tal proposito posso precisarLe che lo Psyllium non è un vero prebiotico ed ha solo una ridotta azione prebiotica. Può usare indifferentemente per la sua gatta mezza busta di Probinul o 1 capsula al dì, possibilmente a stomaco vuoto.

      Cordiali Saluti

  • Michela scrive:

    Con l’uso costante di probinul il range di uremia del mio gatto, che soffre di una forma di insufficienza renale lieve, è rientrato nei livelli. Per favore, non cambiate mai la formula!

    • admin scrive:

      Grazie per le Sue parole.
      Le possiamo dire che Probinul si è rivelato utile anche nel trattamento su umani, dell’insufficienza renale cronica.

      Cordiali Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *