Le fibre gel-forming contro l’obesità

7 dicembre 2010 | commenti: 0

gel forming e fibra alimentare contro l'obesità | cadigroup.eu

Molti studiosi sostengono che l’aumentata assunzione di fibre alimentari favorisca la sazietà, diminuisca la fame e contribuisca quindi a fornire una sensazione di pienezza. Alimenti ricchi di fibre dietetiche tendono ad avere una grande massa ed una bassa densità energetica, a promuovere senso di pienezza e sazietà ed a svolgere un ruolo nel controllo del bilancio energetico. Inoltre più viscosa è la fibra, più si avrà successo nel promuovere la sazietà.

È importante che la dieta contenga un buon apporto di fibra alimentare. A seconda del tipo di fibra si devono assumere dai 3 g ai 35 g di fibra al dì. Infatti sono necessari 30-35 grammi giornalieri di crusca, sono sufficienti solo 3 grammi al dì di glucomannano.

Questo fatto può esser in parte spiegato dal fatto che le fibre che svolgono una maggiore azione sono le cosiddette fibre gel-forming, cioè quelle che adsorbono liquidi per formare un gel morbido, ma compatto. Ed a seconda del tipo di fibra gel-forming e del suo potere di inbibizione se ne devono assumere quantità diverse: dai 3 g del glucomannano ai 7-10 g di psillium.

Recenti scoperte hanno dimostrato che le fibre gel-forming influiscono sia sul senso di pienezza per un pasto che sul senso di sazietà tra un pasto ed un altro con azioni diverse. Infatti la prima azione viene svolta in modo meccanico: la formazione del gel viscoso aumenta la massa del cibo nello stomaco distendendone prima  la parete ed innestando così un precoce senso di sazietà. Lo svuotamento dello stomaco nell’intestino avverrà in un tempo maggiore perché la massa del cibo è maggiore e più viscosa, si prolungherà così il senso di sazietà.

Ma la fibra gel-forming fornisce anche un miglioramento nel metabolismo degli zuccheri e dei grassi: modula infatti la secrezione e l’attività dell’insulina con vari meccanismi, impedendo che si inneschino processi favorenti l’incremento di peso e l’ipercolesterolemia. Per completare tale azione, a livello intestinale, essa migliora anche la secrezione degli ormoni della sazietà, anticipando così il senso di sazietà.

Vari studi hanno dimostrato che il glucomannano ad alta viscosità, come il nostro Ecamannan, possiede tutte le azioni descritte nel trattamento del sovrappeso od obesità e riesce quindi, aggiunto ad una dieta ipocalorica scarsa in grassi ed ad un appropriato stile di vita, a far perdere peso in modo fisiologico ed ad arrestare i processi favorenti la formazione di sovrappeso, in modo da poter mantenere il nuovo peso corporeo raggiunto; occorre però che l’assunzione abbia durata di 60-90 giorni continuativi con 3 capsule (o il contenuto di esse sui cibi) prima dei pasti principali.

Quanto sopra detto assume maggior importanza quando si pensi che oggi il numero di diabetici, sempre in aumento, è di circa 400 milioni. Probabilmente ciò è dovuto all’errata alimentazione che porta ad un cattivo funzionamento dei processi metabolici legati all’insulina. Come già detto il glucomannano può apportare diversi miglioramenti ai metabolismi legati all’insulina e quindi oltre che l’obesità combattere anche l’insorgenza di diabete tipo2 (NIDDM).

Condividi questa pagina con i tuoi amici e colleghi:
Facebook Twitter Linkedin Tumblr Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *