Rimedi d’autunno: come prepararci alla stagione fredda

9 novembre 2010 | commenti: 0

rimedi per i malanni autunnali | cadigroup.eu

Già si sentono i primi freddi e le noiose piogge autunnali. Qualcuno tra poco inaugurerà l’era dei raffreddori e dell’influenza, con diarree e sintomi generali che ne conseguono; mentre altri hanno già cominciato a soffrire dei tipici malesseri del cambio di stagione. Quest’anno in più c’è la paura molto diffusa del nuovo virus H1N1 (o influenza suina). A questo si aggiunge lo stress e un’alimentazione sregolata che di certo non aiutano a rinforzare il sistema immunitario, il cui corretto funzionamento invece ci assicurerebbe una stagione autunno/inverno migliore.

La scienza medica ci insegna che per affrontare al meglio l’arrivo di questi mesi più rigidi, è giusto  mantenere il nostro benessere con l’alimentazione e con un sano stile di vita (quindi gestire lo stress e puntare tutto sull’alimentazione, facendo una “provvista”di sostanze in grado di rafforzare le nostre difese immunitarie). Un organismo in salute ha senza dubbio maggiori riserve e potenzialità di difesa! La maggior parte delle cellule del nostro sistema immunitario è concentrata nell’intestino.

È lì che vengono trasformati e assorbiti i principi nutritivi dei cibi che ingeriamo: meglio lui lavora, meno noi rischiamo di far circolare nel nostro organismo sostanze nocive. È dunque lì che dobbiamo “agire”, per combattere i batteri cattivi responsabili di infiammazioni, diarrea e gonfiori e per stimolare la produzione di quelli buoni, indispensabili per la nostra salute, perchè  riducono l’insediamento di altri germi patogeni sulla mucosa dell’intestino e creano un ambiente sfavorevole alla moltiplicazione di questi ultimi. Inoltre, una flora intestinale equilibrata è cruciale per interagire con le cellule immunitarie e far si che si mantengano in uno stato di vigilanza e di pronta capacità a reagire. Il sistema immunitario che circonda l’intestino è in collegamento con i sistemi immunitari di tutto il corpo.

In base a ciò, alcune recenti ricerche scientifiche hanno messo in evidenza che il consumo regolare, continuato e contemporaneo di probiotici e prebiotici (simbiotico) può rappresentare un valido strumento per rafforzare e stimolare le difese immunitarie. L’azione benefica di questi, da ciò che è stato detto prima, ci fa intendere che non si limita solamente all’intestino. Certamente quella è la sede in cui si concentra la maggior parte della nostra flora batterica.

È stato osservato che il consumo regolare per lunghi periodi di diversi preparati simbiotici può ridurre tra l’altro, la frequenza e la severità delle forme da raffreddamento durante la stagione invernale. Per ripristinare la flora batterica intestinale, quindi, l’ideale è assumere adatte quantità di fermenti lattici, ogni giorno: li troviamo nel latte, nello yogurt e nei formaggi; tuttavia la dieta quotidiana difficilmente è in grado di soddisfare le nostre esigenze fisiologiche. Ecco allora giustificato il ricorso all’integrazione adatti prodotti come i veri simbiotici che riescono, tramite la loro azione a livello intestinale, a modulare efficacemente il sistema immunitario. Data però la varietà e le quantità dei vari probiotici e prebiotici, è bene scegliere quelli più bilanciati sia per la quantità che la qualità.

Condividi questa pagina con i tuoi amici e colleghi:
Facebook Twitter Linkedin Tumblr Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *