325 Comments

  1. Giusi
    19 marzo 2016 @ 11:25

    Buongiorno vorrei cortesemente sapere se il vs prodotto va bene per un malato oncologico che ha fatto chemio e radio e quindi l’intestino da ripristinare . Purtroppo nessun dottore ci ha parlato di questo . Solo leggendo di qua e di là ho capito l’importanza dei prebiotici e dei probiotici . Grazie

    Reply

    • Giusi
      20 marzo 2016 @ 17:04

      Mi scusi vi chiedo anche cortesemente se c’è un prodotto che possa sostituire il pantoprazolo che mio fratello è costretto a prendere e so che alla lunga fa molto male . Lui è stato operato per cancro esofageo .grazie

      Reply

      • admin
        21 marzo 2016 @ 17:57

        @ Giusi:

        Suo fratello soffre di reflusso gastroesofageo o laringofaringeo o sta usando il pantoprazolo per esofagite non da reflusso? Quando avremo questa informazione potremo darLe la risposta più adatta.

        Cordiali Saluti

        Reply

        • Giusi
          21 marzo 2016 @ 22:09

          Buonasera mio fratello assume pantoprazolo perché in seguito all’intervento si è creata una stenosi dovuta ad un ingrossamento della cicatrice. La situazione si sta risolvendo perché sta facendo sedute si dilatazione meccanica.. Il gastroenterologo ha detto che dovrà assumere pantoprazolo fino a che non si avrà la certezza di una corretta deglutizione . Faccio presente che mio fratello per anni ha sofferto di reflusso gastro esofageo ernia iatale . Il tutto è stato trascurato se non assumendo come acqua fresca protezione gastrica . E si è ritrovato a 39 con adenocarcinoma esofageo per fortuna non metastatico . Ha fatto chemio radio e poi intervento

          Reply

          • admin
            22 marzo 2016 @ 16:35

            @ Giusi:

            Al fine di migliorare la funzionalità esofagea ed antagonizzare eventuali reflussi Le consigliamo l’uso di Faringel. Dato che si sta risolvendo il problema stenosi, potrà assumere 1 stickpack dopo pranzo, cena e prima di coricarsi. I fitofarmaci del Faringel potranno così migliorare l’epitelio esofageo e la Sua funzionalità. Prosegua questo trattamento per 6-7 settimane.

            Cordiali Saluti

    • admin
      21 marzo 2016 @ 17:57

      @ Giusi:

      Per normalizzare la flora intestinale assuma il contenuto di una bustina sciolta con acqua, una volta al dì per almeno 3-4 settimane.

      Cordiali Saluti

      Reply

  2. monica
    14 marzo 2016 @ 11:59

    Buongiorno, sono intollerante al lievito ai latticini e ai pomodori (e anche tante altre cose che non elenco)e siccome risulto da tempo sempre positiva all’esame urine all’ ENTEROCCO FECALIS mi hanno consigliato fermenti evitando cicli di antibiotici in quanto sono asintomatica nonostante la positività, ma i fermenti in commercio hanno tutti la Vt. B che per me, intollerante al lievito, non va bene.
    Chiedo se questo prodotto va bene e sopratutto per quanto tempo devo prenderlo e quanto.
    Grazie in anticipo per la risposta.

    Reply

    • admin
      15 marzo 2016 @ 12:29

      @ monica:

      Può senz’altro usare Probinul 5 bustine che non contiene vitamine del gruppo B ma contiene oltre ai probiotici anche dei prebiotici, esplicando così una buona azione su tutto l’intestino e non solo nel tenue. Assuma il contenuto di 1 bustina sciolto con acqua non gasata 2 volte al giorno per 2 settimane e prosegua poi con una busta al dì per almeno un mese.

      Cordiali Saluti

      Reply

  3. Daria
    14 marzo 2016 @ 11:39

    Buongiorno
    Ho problemi di Vaginiti ricorrenti. Ho fatto delle terapie ma ora devo ristabilire la microflora locale. Ho provato parecchi ovuli (oltre a prendere fermenti per bocca) ma mi danno irritazione locale. Mi è stato consigliato di applicare localmente dello yogurt aggiungendo dei fermenti già pronti in polvere. Potrei utilizzare i vostri?
    Vi ringrazio molto

    Reply

    • admin
      15 marzo 2016 @ 12:29

      @ Daria:

      Molto spesso le infezioni genito-urinarie sono causate da batteri intestinali. Le consiglieremo perciò di attuare un trattamento con EcN che Le permetterà anche di eliminare, o per lo meno, diminuire le recidive. Il trattamento richiede 1 capsula al dì, in vicinanza di un pasto, per 4 giorni. Dal 5° giorno 1 capsula 2 volte al dì sempre in vicinanza dei pasti, per 4 settimane. Per prevenire recidive è opportuno assumere 1 capsula al dì la prima settimana dei 3 mesi seguenti a quello del trattamento iniziale.

      Cordiali Saluti

      Reply

  4. Paola
    9 marzo 2016 @ 16:38

    Buonasera, ho 40 anni ho scoperto di essere intollerante al lattosio. Ho seguito una terapia con Normix 200 per tre settimane e una settimana di fermenti senza lattosio, e dieta lattosio free totale, per un totale di tre mesi di ciclo. Per un certo periodo sono stata molto meglio, tanto da trovarmi spesso a “sgarrare” dalla dieta lattosio free.
    Oggi, dopo un periodo in cui ho sgarrato spesso dalla dieta senza lattosio, mi trovo ancora nella condizione di non riuscire a digerire nulla, avere molto spesso emicranie e dover assumere integratori di ferro costantemente.
    Non vorrei iniziare di nuovo la terapia antibiotica perché sto cercando di restare incinta quindi vorrei assumere probiotici per rinforzare il mio sistema immunitario da integrare alla dieta senza lattosio.
    A tal fine il Probinul può essere indicato?
    Grazie
    Paola

    Reply

    • admin
      10 marzo 2016 @ 16:58

      @ Paola:

      Può assumere senz’altro il contenuto di 1 busta di Probinul 5 sciolto con acqua non gassata ogni giorno. Riporterà e manterrà nella norma la Sua flora intestinale e quindi il Suo sistema immunitario.

      Cordiali Saluti

      Reply

  5. RINO
    15 febbraio 2016 @ 18:19

    Gentile dottore Le scrivo in quanto disperato a causa degli innumerevoli quanto fallimentari tentativi di trovare una “cura” al mio problema. Due anni fa circa a seguito di gastroscopia mi e’ stata diagnosticato Esofagite di grado A. Inizio cura con IPP 40 mg al di protratta per circa diciotto mesi, anche con dosi doppie, in quanto i sintomi persistevano.Tale cura prescritta e’ stata valutata da ben quattro gastroenterologi titolari di cattedra universitaria.Interrompo la terapia, dopo visita da un gasstroentereologo di Bologna, perche’ affetto da asma, debolezza fisica e lingua ardente , il quale mi diagnostica IBS. Seguo dieta Fodmap per circa tre mesi con modesti segnali positivi. Mi rivolgo al Policlinico Gemelli a Roma che, a seguito di innumerevoli accertamenti, ivi compreso test psicosomatico, decretano: IBS-C, GERD, pregressa ulcera duodenale HP positiva, stipsi cronica in dolicocolon e dolica sigma severi, pregressa colecistectomia per calcoli, steatosi epatica.

    La terapia prescritta per sei mesi e’la seguente: -Di base 10.000 10 gocce al di – “In Inulina 2.5 1 busta a colazione – Psyllogel megafermenti 1 busta dopo cena – Normix 200 2 cp ore 8, 14, 20 ogni Lun e Mar per 12 settimane, poi solo 2 al 7 di ogni mese – Levobren 5 gocce prima di pranzo e cena – Biosame 1 cp ore 21 dal 10 al 20 di ogni mese – Compendium 5 gocce a colazione e 7 gocce ore 23(mai prese). La dieta prevede yogurt greco a colazione, frutta e verdura, riso e farinacei di tipo integrale, carne, uova e pesce limitate a due volte a settimana, no latte e latticini ne zuccheri. Dopo circa tre settimane ho dovuto sospendere il Normix e il Levobren a causa di forti dolori addominali, ho verificato a mie spese che i cibi integrali mi facevano particolarmente male cosi come i legumi, il parmigiano o la frutta acerba come l’ananas e le banane.

    Adesso mi ritrovo punto e a capo con lingua ardente, dolore epigastrico spasmi addominali e un po’ di stipsi, debolezza e a volte affanno. Le chiedo, quindi, se e’ il caso di intraprendere la cura con il Probiul 5. E’ sufficiente solo il Probiul ?
    Le chiedo scusa per essermi dilungato ma potra’ immaginare il mio calvario, La Ringrazio di vero cuore.

    Reply

    • admin
      18 febbraio 2016 @ 14:20

      @ RINO:

      La sua situazione si presenta piuttosto complessa e noi non ci permettiamo certo di mettere in discussione i trattamenti che le sono stati assegnati da i diversi gastroenterologi che ha consultato, anche perché non siamo in possesso di tutte le analisi e le informazioni anamnestiche che lei avrà sicuramente fornito loro. Ci sentiamo però di consigliarle, nella massima sincerità ed eticità, la terapia che, a nostro avviso potrebbe aiutarla al meglio.
      Innanzitutto osserviamo che i sintomi per lei maggiormente fastidiosi sono dovuti alla forte infiammazione delle mucose della bocca (in particolare della lingua), della gola e dell’esofago, ed inoltre ci riporta anche di aver sofferto di episodi di asma. Tutti questi sintomi ci fanno immediatamente pensare ad un reflusso esofageo di tipo “alto” ossia che riesce a risalire fino alla gola e può infiltrarsi anche a livello polmonare. Ecco perché, a nostro avviso, la prima cosa da fare è iniziare un trattamento con Faringel. Grazie alla sua speciale composizione, infatti, Faringel è in grado di bloccare i reflussi provenienti dallo stomaco (sia acidi che basici), impedendone la risalita fino alla gola. Quest’azione è garantita dall’alginato che forma una specie di zattera che “galleggia” al di sopra del contenuto gastrico, impedendogli di refluire nell’esofago. All’interno del Faringel, però, sono presenti anche principi fitoterapici (calendula, aloe, miele, propoli) appositamente selezionati per svolgere azione antinfiammatoria, lenitiva, anestetica e riepitelizzante sulle mucose di gola e cavo orale. Consideri che proprio per la sua efficacia sulle mucose, Faringel viene utilizzato persino per le mucositi da radioterapia. Le consigliamo quindi innanzitutto di assumere 7 ml di Faringel (uno stick o un misurino) tre volte al giorno, dopo i due pasti principali (oppure prima se i suoi fastidi alla lingua le procurano dolore durante la masticazione e la deglutizione) e la sera prima di coricarsi, per almeno un mese. Per massimizzare l’effetto dei principi attivi, suggeriamo di tenere sempre in bocca la sospensione di Faringel per qualche minuto prima di deglutirla.
      Durante questo primo periodo consigliamo anche di assumere due bustine al giorno di Lactomannan (una a metà mattina e una a metà pomeriggio, sempre accompagnate da due bei bicchieri di acqua) per contrastare in modo fisiologico i suoi problemi di stipsi cronica (che secondo noi potrebbe anche essere stata peggiorata dai troppi farmaci assunti). ATTENZIONE: Lactomannan va sempre assunto lontano da altri farmaci perché potrebbe limitarne l’assorbimento.
      Dopo un mese di trattamento con Faringel, consigliamo di iniziare un trattamento con Probinul 5 buste. Questo simbiotico (probiotici + prebiotici), infatti, è il più completo in commercio e le garantisce la miglior azione di riequilibrio della flora batterica salutare, sia a livello del tenue che del colon, migliorando tutti i sintomi legati all’IBS (come dimostrato da studi clinici). Suggeriamo di assumere 2 buste di Probinul 5 per i primi 7 giorni e poi una sola busta al giorno per almeno 6 settimane.
      Qualora dovesse avvertire forte dolore e/o gonfiore intestinale con persistenza di stipsi, potrà associare a Probinul 5, il Mintoil, una capsula almeno un’ora prima dei due pasti principali, per 4 settimane, utilizzandolo poi anche “al bisogno”.

      Siamo convinti che questo schema terapeutico abbastanza semplice e soprattutto basato su prodotti naturali, che mirano a rimettere in equilibrio il suo organismo in modo fisiologico, potranno portarle inaspettati giovamenti.

      Saremmo davvero molto lieti se lei ci tenesse aggiornati sul suo stato di salute e soprattutto se ci scrivesse qualora abbia dei dubbi o delle domande da porci.

      Cordiali Saluti

      Reply

  6. Ste
    7 febbraio 2016 @ 17:06

    Buonasera, ho 31 anni e da sempre soffro di colon irritabile, inoltre sono intollerante al lattosio. In alcuni periodi ( come questo) qualsiasi cosa mangi la pancia si gonfia moltissimo ed è dura e dolorante.. E in più soffro di stitichezza !!
    Nel mio caso è consigliato probinul o probinul 5? Grazie

    Reply

    • admin
      8 febbraio 2016 @ 15:05

      @ Ste:

      Nel suo caso è consigliabile utilizzare Probinul 5 neutro buste. Grazie alla sua composizione equilibrata e completa, infatti, Probinul 5 garantisce il più ampio e fisiologico riequilibrio della flora batterica di tutto l’intestino, aiutandola a ritrovare il suo benessere e la sua regolarità. Per ottenere benefici più evidenti e duraturi suggeriamo di assumere una bustina di Probinul 5 al giorno (preferibilmente la mattina a digiuno) per almeno 8 settimane. Per lei che soffre di intestino irritabile da molto tempo, inoltre, sarebbe consigliabile fare dei cicli di trattamento con una busta di Probinul 5 al giorno per 12 giorni al mese per tre mesi durante i cambi di stagione, al fine di prevenire o quantomeno di attenuare i sintomi dell’IBS.

      Cordiali Saluti

      Reply

  7. Maria ravasio
    30 gennaio 2016 @ 6:09

    Prendo Esopral al mattino. Quando posso assumere Probinul 5?

    Reply

    • admin
      1 febbraio 2016 @ 13:01

      @ Maria ravasio:

      Può assumere Probinul 5 anche contestualmente ad Esopral, in quanto non vi è alcuna interazione tra i due prodotti. Se invece preferisce separare le somministrazioni, consigliamo di assumere Probinul 5 a metà mattina.

      Cordiali Saluti

      Reply

  8. luisa
    22 gennaio 2016 @ 21:22

    vorrei sapere un probiotico indicato per il morbo di crohn nella zona ileo-cecale

    Reply

    • admin
      25 gennaio 2016 @ 17:40

      @ luisa:

      Purtroppo fino ad oggi nessun probiotico ha dimostrato efficacia sicura contro il morbo di Crohn. Il nostro EcN ha mostrato con qualche lavoro clinico di poter esser utile nell’indurre la remissione e nel mantenimento della stessa sia da solo che in associazione a corticosteroidi. Ma la cosa migliore è che si affidi alle terapie del Suo gastroenterologo che conosce bene le caratteristiche della Sua malattia infiammatoria e saprà consigliarle la terapia più adatta.

      Cordiali Saluti

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *