222 Comments

  1. Alessandro
    26 ottobre 2018 @ 8:56

    Salve,

    l’integratore ECN è indicato in caso di intolleranza all’istamina? Stimola oppure riduce l’istamina?
    E’ indicato in caso di d-lactic acidosis?
    E’ indicato in caso di disbiosi intestinale provocata dal consumo prolungato (anni) di poche specifiche specie (lactobacillus plantarum e bacillus coagulans)?
    Tante domande a cui spero di trovare risposte esaustive.

    Grazie

    Reply

    • L'esperto
      31 ottobre 2018 @ 12:50

      Salve, per quale tipo di problematica vorrebbe ricorrere ad EcN? Quali sintomi avverte? Se vorrà essere più precisa su questi aspetti potremo consigliarle il prodotto e le modalità più indicate.

      Reply

  2. Luisa
    19 ottobre 2018 @ 12:23

    Ancora una domanda scusi, attualmente in fase di remissione di RCU: ma conviene prendere ECN la sera o la mattina? Quanto tempo deve passare tra l’assunzione di ecn e l’assunzione di mesalazina? Si possono prendere a breve distanza? Grazie 1000

    Reply

    • L'esperto
      24 ottobre 2018 @ 13:46

      Salve, la tempistica di scomparsa completa dei borborigmi e del gonfiore è molto individuale poichè dipende molto dallo stato di disbiosi intestinale del singolo paziente. Consideri che, in generale, questi disturbi sono tanto più intensi quanto maggiore è lo stato di disbiosi iniziale. Inoltre EcN non provoca diarrea, ma al massimo può portare ad un aumento nella frequenza di defecazione (2-3 volte al giorno). Le suggeriamo di assumere EcN la sera poco prima di cena, anche contemporaneamente alla mesalazina, in quanto non ci sono interazioni tra i due prodotti.

      Reply

  3. Luisa
    17 ottobre 2018 @ 8:22

    Buongiorno, scusate di nuovo io. In aggiunta alle pastiglie di mesalazina sto prendendo da circa un mese 1 pastiglia la mattina prima di colazione,ma ho aria e continui rumori. Possono essere causati da ecn? Vi ringrazio per l’attenzione.

    Reply

    • L'esperto
      17 ottobre 2018 @ 17:45

      Salve, il trattamento con EcN inizialmente potrebbe portare un po’ gonfiore. Questi fenomeni sono transitori e dimostrano l’effettiva azione di EcN nel modificare in senso benefico la sua flora batterica.

      Reply

      • Luisa
        18 ottobre 2018 @ 12:08

        Grazie. Ma anche dopo un mese di terapia possono continuare questi rumori e movimenti? Quando dovrebbero scomparire? ECN può provocare diarrea? Grazie 1000

        Reply

  4. Mina
    23 settembre 2018 @ 20:53

    Salve,
    Ho avuto degli episodi di candidosi vaginale e périanale che ho curato con itroconazolo ovuli e lavande… Avevo però anche problemi di diarrea associata a stipsi… attualmente sto avendo anche problemi di pancia gonfia, alvo alterato e forti dolori alla pancia e ai fianchi (sinistro maggiormente) dopo episodi di diarrea. Mi è stato detto che si tratta di intestino irritabile e mi è stato prescritto ecn per un mese 2 compresse prima dei pasti. Vorrei chiedere se da solo può bastare a contrastare questi sintomi di disbiosi?

    Reply

    • L'esperto
      12 ottobre 2018 @ 17:16

      Salve, EcN potrebbe essere molto utile in alcuni casi di sindrome dell’intestino irritabile (IBS), soprattutto in quelli caratterizzati da diarrea e/o conseguenti a infezioni intestinali o a terapia antibiotica. Per stabilizzare ed ottimizzare i risultati le suggeriamo di effettuare, dopo il trattamento di attacco prescritto, anche dei cicli mensili con due capsule di EcN al giorno per 10 giorni al mese per almeno 4 mesi. Per risolvere in modo rapido ed efficace i suoi attacchi acuti di IBS nel momento in cui insorgono, ci permettiamo di suggerire anche l’utilizzo di Mintoil Plus (2 capsule “al bisogno”), un integratore completamente naturale e sicuro che agisce soprattutto su dolore e gonfiore addominale già dopo 30 minuti dell’assunzione.

      Reply

  5. Kiara
    23 settembre 2018 @ 10:14

    Buongiorno… Il mio gastroenterologo mi ha prescritto 1 compressa al giorno per 7 giorni… Da rifare ogni mese…. Per rettocolite ulcerosa in fase attiva… Ma va bene… Mi sembrano pochi giorni di cura

    Reply

    • L'esperto
      12 ottobre 2018 @ 17:15

      Salve, normalmente per i pazienti che soffrono di RCU consigliamo di utilizzare il dosaggio pieno di EcN ossia 2 capsule al giorno. Tuttavia la posologia di EcN può essere personalizzata, secondo il parere del medico, in base alle singole esigenze. Sicuramente il suo gastroenterologo, che conosce bene la sua storia clinica, ha ritenuto efficace questo trattamento in associazione con la terapia farmacologica.

      Reply

  6. Luisa
    11 settembre 2018 @ 22:18

    Salve, potreste rispondere per favore? il mio ge mi ha consigliato 1 cp al giorno per 20 giorni da ripetere ogni mese. Soffro di colite ulcerosa (sigma/colite sinistra). Va bene come terapia oppure bisogna prenderne due al giorno? Sono in remissione e prendo anche mesalazina (ho finito due settimane fa un ciclo di cortisone) Grazie mille

    Reply

    • L'esperto
      12 settembre 2018 @ 17:19

      Salve, l’utilizzo di 1 o 2 capsule di EcN in associazione alla mesalazina dipende dal grado di remissione della sua malattia. Queste valutazioni possono essere fatte solo dal suo medico curante che conosce in maniera dettagliata il suo quadro clinico.

      Reply

  7. Ruggeri Mariangela
    30 agosto 2018 @ 1:46

    Salve! Io ho la rettocolite ulcerosa. Mi è stato consigliato l’ECN. Per quanti giorni bisogna prenderlo? Si fanno dei cicli mensili e per quanto tempo?

    Reply

    • L'esperto
      10 settembre 2018 @ 15:21

      Salve, le è stata impostata anche una terapia farmacologica? Se vorrà fornirci ulteriori informazioni potremo risponderle più precisamente.

      Reply

  8. Alvaro D’Addario
    28 luglio 2018 @ 11:54

    Buongiorno, ho finito il primo ciclo di trattamento con ECN per 20 giorni a causa di una sospetta cistite/prostatite derivante da una colite recidivante. Effettuando un’urinocoltura durante il trattamento si evidenzia la presenza di escherichia coli nelle urine (carica medio-alta). È possibile che il probiotico abbia falsato i risultati? È necessario quindi l’assunzione dell’antibiotico? Grazie

    Reply

    • L'esperto
      31 luglio 2018 @ 11:20

      Salve, se la carica batterica è inferiore a 10⁵ e priva di sintomi concomitanti, potrebbe trattarsi di un falso positivo indotto da EcN. In ogni caso le suggeriamo di proseguire il trattamento con EcN e valutare un’analisi completa delle urine (leucociti, neutrofili ecc…) per avere un’indicazione più affidabile della progressione dell’infezione.

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *