468 Comments

  1. Simonetta Merendoni
    23 febbraio 2016 @ 10:53

    Buongiorno, sono la mamma di una ragazza che fin da piccola ha sofferto di infezioni urinarie da escherichia coli. Il primo episodio è avvenuto all’età di 4 anni ( diagnostcata una pielonefrite con ridotta funzionalità del rene sinistro poi guarita in seguito). Fino all’età di 15 anni ha vauto qualche episodio ma diciamo tenuto sotto controllo con urinoculture ed antibiotici. Poi di nuovo all’età di 15 anni nell’estate ( questi episodi avvengono sempre d’estate o fine estate) altri due episodi curati con Rocefin ed infine l’ultimo l’anno scorso in luglio con due ricoveri ospedlaieri, si trattava sempre di pielonefrite al rene sinistro trattati con Rocefin questa volta però, la cura si è protratta anche nel mese di settembre perchè i valori del sangue erano alterati( Ves, globuli bianchi e PCr , mentre la cretinina era a posto). Poi questi valori si sono normalizzati. Consultato un primario urologo dell’ospedale di Careggi mia figlia ha avuto una Tac con mezzo di contrasto ed una cistografia minzionale retrograda , esami da cui non sono emersi problemi morfologici. Da un mese circa ha una febbricola serale che persiste anche ora . Da un’urinolcutura era emersa la presenza di enterococco fecale che è stata trattata con amplital. Alla successiva urinocultura la carica batterica risultava non patologica. Il medico che aveva eseguito la cistografia, consultato perchè si temeva che il batterio potesse essere stato contratto con l’esame cistografico, ha espresso il parere che il problema di mia figlia dipendesse dall’intestino ed ha consigliato l’assunzione di fermenti lattici. Ho letto sul sito Cistite.info APS ONLUS che i ceppi 4 e 6 dell’escherichia coli sono coinvolti nelle infezioni delle alte vie urinarie ( pelonefriti). Mi sono documentata su internet alla ricerca di probiotici che non contenessero lattosio ( mia figlia è intollerante ai latticini ed al fosfato di nichel) ed ho scoperto i vostri prodotti. In particolare EcN che ho addirittura nell’entusiasmo già acqusitato.. Tuttavia vorrei un parere vostro sull’efficacia del trattamento e sulla eventuale posologia. Vi ringrazio per l’attenzione . Cordiali saluti

    Reply

    • admin
      23 febbraio 2016 @ 15:58

      @ Simonetta Merendoni:

      EcN (Escher chiamo coli Nissan 1917) è senz’altro il probiotico migliore da utilizzare nel suo caso. A differenza di tutti gli altri fermenti lattici in commercio, che contengono per lo più Lattobacilli e Bifidobatteri (i quali agiscono per lo più nel tenue e nella prima parte del colon), infatti, EcN è un Escherichia coli non patogeno, in grado di colonizzare efficacemente anche i tratti più distali del colon. Ed è proprio lì che proliferano quei batteri patogeni (soprattutto E. Coli ma non solo) che vanno poi ad infettare le vie urinarie. Per le sue caratteristiche uniche EcN è in grado di contrastare tutti questi batteri patogeni sia in maniera diretta, uccidendoli, sia indiretta, impedendo ne la proliferazione. EcN inoltre, interviene diminuendo la permeabilità intestinale ed inibendo quindi l’infezione per via linfatica.
      Nel caso di sua figlia, piuttosto complesso e annoso, consigliamo un trattamento di “attacco” iniziando con una capsula di EcN al giorno per i primi 5 giorni e poi due capsule al giorno per almeno 30 giorni complessivi. Le capsule potranno essere assunte insieme o separatamente in prossimità dei pasti (meglio a cena). Successivamente sarà necessario ripetere dei cicli di trattamento mensili con una sola capsula di EcN per 20 giorni al mese, per almeno 10 mesi. Questo permetterà di prevenire le recidive di cistite, evitando che i fastidiosi sintomi si ripresentino continuamente e soprattutto evitando il continuo ricorso ad antibiotici che posdono peghoorare la disbiosi intestinale e che nel corso del tempo possono perdere la loro efficacia.
      Sperando di essere stati utili, restiamo a disposizione per maggiori informazioni o chiarimenti e saremmo lieti se volesse tenerci aggiornati sulle condizioni di sua figlia.

      Cordiali Saluti

      Reply

  2. alessandra
    15 febbraio 2016 @ 16:35

    Buonasera, il mio cagnolino di 4 anni e di peso 5.7 kg è affetto da ibd. È stato operato qualche mese fa di ernia perineale ed è un mese e mezzo che soffre di proctite/ rettocolite con tenesmo ed una lieve incontinenza fecale. È stato curato con mesalazina spuma rettale ma con scarso risultato. Vorrei chiedervi un parere riguardo ai vostri prodotti. Quale mi consigliate? Come e quanto somministrarlo? . Ho letto che EcN potrebbe essere più utile per un problema rettale ma il Probinul mi sembra più completo. Grazie mille

    Reply

    • admin
      16 febbraio 2016 @ 14:58

      @ alessandra:

      In questo caso EcN è senza dubbio il prodotto più indicato, poiché è l’unico probiotico che riesce a colonizzare porzioni così distale di colon, svolgendo una specifica e importante azione antinfiammatoria. L’unica incognita è legata all’apertura delle capsule, vista la minore lunghezza dell’intestino del suo cane rispetto a quello dell’uomo.
      Consigliamo di iniziare un trattamento somministrando una capsula di EcN al giorno in modo continuativo. Qualora dovesse ritrovare la capsula intera nelle feci, o se incontrasse difficoltà a far deglutire al suo cane la capsula intera, suggeriamo di passare a Probinul 5 buste, un simbolico molto completo che, grazie alla sua composizione è in grado di fornire un’ottima efficacia d’azione anche a livello del colon (tre fibre prebiotiche). Potrà dare al suo cane mezza bustina al giorno di Probinul 5, sciolta in poca acqua o mescolata al cibo, sempre continuativamente. Ci faccia sapere come vanno le cose e se eventualmente ha bisogno di maggiori informazioni.

      Cordiali Saluti

      Reply

      • alessandra
        18 febbraio 2016 @ 10:44

        Grazie mille per l’esauriente risposta.

        Reply

        • admin
          18 febbraio 2016 @ 11:17

          @ alessandra:

          Grazie a lei per la sua visita. Non esiti a contattarci di nuovo se avesse altre domande.

          Cordiali Saluti

          Reply

  3. Milena
    11 febbraio 2016 @ 22:12

    È possibile che l’assunzione di ecn abbia instaurato un forte meteorismo persistente per oltre due mesi dalla fine della cura?

    Reply

    • admin
      16 febbraio 2016 @ 15:56

      @ Milena:

      È davvero altamente improbabile, anche considerando che la colonizzazione intestinale di EcN è temporanea. ECN persiste per circa 20 giorni dalla sospensione del trattamento, dopodiché si ristabilisce la flora batterica propria dell’individuo.

      Cordiali Saluti

      Reply

  4. Joseph
    9 febbraio 2016 @ 14:25

    Nel caso della RCU è possible assumere il VSL3# in contemporanea con l’ECN ?

    Reply

    • admin
      11 febbraio 2016 @ 9:02

      @ Joseph:

      Non c’è alcun tipo di controindicazione nell’utilizzo di VSL#3 ed EcN in associazione, se non per le sue tasche! Questi due ottimi integratori, infatti, agiscono su tratti diversi dell’intestino con meccanismi d’azione diversi e, in qualche modo, possono anche ritenersi complementari. È bene sottolineare, comunque, che EcN è il solo probiotico indicato dalle linee guida internazionali (ECCO European Crohn and Colitis Organization) per il mantenimento della remissione della RCU, proprio perché il suo sito preferenziale di azione è il colon distale, che nessun altro probiotico in commercio riesce a colonizzare in maniera efficace.

      Cordiali Saluti

      Reply

  5. rossella zilioli
    4 dicembre 2015 @ 12:23

    Qual è il r azionale scientifico di Escherichia Coli,germe di per sè patogeno per l’intestino e non solo,assunto come probiotico?Grazie

    Reply

    • admin
      9 dicembre 2015 @ 9:35

      @ rossella zilioli:

      Non tutti i ceppi batterici appartenenti alla famiglia Escherichia coli sono “di per sé” patogeni. EcN appartiene proprio ad uno di quei ceppi che non solo non sono patogeni, ma anzi mostrano spiccate proprietà benefiche per l’organismo umano. Tra queste spiccano l’azione antinfiammatoria ed immunostimolante di EcN (che gli ha permesso di essere l’unico probiotico indicato nel mantenimento della colite ulcerosa) e l’azione antibatterica, diretta ed indiretta, nei confronti di germi patogeni della stessa specie (E.coli) e di specie diverse (Klebsiella, Salmonella, Proteus, ecc.). Questo spiega il razionale per il suo efficace utilizzo contro le infezioni recidive delle vie urinarie.

      Cordiali Saluti

      Reply

  6. Fiorenza
    11 novembre 2015 @ 13:09

    Buongiorno, vorrei sapere quale probiotico è più adatto al morbo di Chron e al diabete tipo 2
    Grazie

    Reply

    • admin
      11 novembre 2015 @ 15:30

      @ Fiorenza:

      Ad oggi nessun probiotico ha dimostrato un’azione “terapeutica” nella Malattia di Crohn.
      Tuttavia l’utilizzo di probiotici e prebiotici è importante per migliorare l’assetto microbiologico alterato nei pazienti con tale patologia. Se la patologia coinvolge la parte terminale del colon è consigliabile assumere EcN, (una capsula al dì per i primi 4 giorni e poi due capsule al dì), in quanto questo probiotico svolge una specifica azione antinfiammatoria.
      Se invece la malattia coinvolge altri tratti dell’intestino, suggeriamo di assumere Probinul 5 buste. Questo simbiotico, infatti, è molto completo e garantisce sia un adeguato apporto di probiotici, sia la proliferazione dei batteri salutari autoctoni nel colon (grazie ai prebiotici), svolgendo un’azione ampia e completa sulla disbiosi di tutto l’intestino.

      Per le stesse ragioni, e soprattutto per l’azione che svolgono i prebiotici, Probinul 5 buste è particolarmente indicato anche per persone affette da diabete di tipo 2, in quanto migliora l’assetto metabolico. Consigliamo di assumere una bustina di Probinul 5 al giorno sciolta in poca acqua (o altro liquido a temperatura ambiente), preferibilmente la mattina prima di colazione.

      Cordiali Saluti

      Reply

  7. cristiana
    24 settembre 2015 @ 14:28

    la posso usare per la cistite? ho 500.000 colonie di escherichia coli da urinocoltura.
    grazie e saluti

    Reply

    • admin
      26 settembre 2015 @ 13:24

      @ cristiana:

      EcN è particolarmente indicato per contrastare e soprattutto per prevenire le cistite da E.coli patogeni.
      Le consigliamo di effettuare un trattamento di attacco con due capsule al giorno per due settimane dopo la terapia antibiotica, e poi procedere con cicli di una capsula al giorno per 10-15 giorni al mese per almeno 6 mesi. Questo trattamento preventivo sarà indispensabile per eradicare completamente l’infezione ed evitare che compaiano recidive.

      Cordiali Saluti

      Reply

  8. Cristina Damiani
    25 agosto 2015 @ 23:49

    Puo servire x le recidive di attacchi di diverticolite? Inoltre si può usare in gravidanza questo probiotico?

    Reply

    • admin
      2 settembre 2015 @ 20:23

      @ Cristina Damiani:

      EcN può essere molto utile per allungare i tempi di remissione dei sintomi e prevenire gli attacchi di diverticolite. Consigliamo di effettuare un ciclo di trattamento con due capsule al giorno per almeno un mese al termine dell’attacco acuto di diverticolite (successivo alla terapia antibiotica impostata); proseguire poi con cicli di 10 giorni al mese con una sola capsula di EcN.
      EcN è un probiotico assolutamente sicuro e privo di effetti collaterali, che può essere utilizzato senza problemi anche durante la gravidanza e l’allattamento.

      Cordiali Saluti

      Reply

    • ila
      13 aprile 2017 @ 11:39

      Salve, soffro di colite ulcerosa da 10 anni. Ho iniziato a prendere ECN da tre giorni e oggi ho un forte mal di pancia (che negli ultimi tempi si era un pò attenuato). é normale? quando passerà questo “effetto collaterale”?

      Reply

      • admin
        3 maggio 2017 @ 12:20

        Salve, a che dosaggio ha iniziato l’assunzione di EcN? La terapia ottimale è quella di 1 capsula al giorno per i primi 4-5 giorni, e poi 2 capsule al giorno. Il fastidio che riscontra è comunque transitorio ed indica che il batterio EcN sta effettivamente colonizzando l’intestino.

        Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *