560 Comments

  1. anna
    6 aprile 2016 @ 14:01

    grazie per l’imminente sua risposta.
    anna

    Reply

    • admin
      6 aprile 2016 @ 14:13

      Grazie a lei per la sua visita, non esiti a contattarci di nuovo se avesse ulteriori domande sui nostri prodotti.

      Cordiali Saluti

      Reply

  2. anna
    5 aprile 2016 @ 9:24

    buongiorno, sono in cura da circa sei mesi per cistite recidivante, all’inizio da eschericia coli, in seguito da serratia liquefaciencon febbre elevata e dimagrimento e disturbi intestinali, ho fatto terapia antibiotica dapprima con ciclo di monuril per 10 gg. in seguito con ciproxin x 10 gg., ma finito l’effetto mi ritornano i sintomi potrebbe essere indicato EcN ?
    grazie per l’attenzione

    anna

    Reply

    • admin
      5 aprile 2016 @ 14:28

      @ anna:

      Terapie antibiotiche così importanti e prolungate sono senza dubbio efficaci per far passare i sintomi della cistite, ma purtroppo vanno anche a peggiorare la disbiosi intestinale, creando terreno ancora più fertile per i batteri patogeni ed aumentando di fatto la probabilità e la frequenza delle recidive di cistite. EcN, al contrario, agisce a livello intestinale svolgendo una specifica azione antagonista contro i batteri patogeni (sia Escherichia coli, sia altri ceppi), impedendone di fatto la crescita ed evitando così le reinfezioni ripetute. Le consigliamo pertanto di effettuare un trattamento con due capsule di EcN al giorno per almeno 20 giorni, da iniziare subito dopo la terapia antibiotica. Dopo questa fase di attacco, le basterà assumere una sola capsula di EcN al giorno per 20 giorni al mese, per almeno 8-10 mesi, proprio per eliminare la fonte di batteri patogeni e prevenire così le recidive di cistite in modo efficace e duraturo.

      Cordiali Saluti

      Reply

  3. roberta
    22 marzo 2016 @ 11:45

    Buongiorno,
    mia madre soffre da qualche anno di cistiti recidivanti e di colite.
    L’ultimo episodio di cistite risale ad una settimana fa, quando per curarla ha utilizzato la norfloxacina, ciò le ha scatenato forti scariche di diarrea (anche 5/6 nell’arco di un’ora). Pertanto ha iniziato la seguente terapia: 6 compresse di rifaximina per 8 giorni (2 al mattino, 2 a mezzogiorno e 2 alla sera), 3 compresse di mesavancol per almeno 15 giorni (1 al mattino, 1 a mezzogiorno ed 1 alla sera), 2 capsule di codex per 20 giorni.
    Può servire EcN, magari in sostituzione del codex? E se si, come e per quanto tempo?
    Ringraziando per la cortese risposta,
    porgo cordiali saluti.

    Reply

    • admin
      22 marzo 2016 @ 16:36

      @ roberta:

      EcN è un probiotico particolarmente utile per combattere cistiti specie se recidivanti ed ha dimostrato efficacia simile alla mesalazina nel trattamento di colite in fase di mantenimento. Può quindi sostituire il Cordex assumendo 1 capsula di EcN al dì in vicinanza di un pasto per i primi 4 giorni e 2 capsule 2 volte al dì dal quinto giorno in poi. Al fine di allontanare il pericolo di recidive della cistite sarà opportuno mantenere il trattamento con EcN per 6-7 settimane circa.

      Cordiali Saluti

      Reply

  4. Farid El Mjabber
    21 marzo 2016 @ 19:41

    Salve, da 5 giorni che prendo ECN, ho iniziato con una capsola i prima 4 gg poi 2 cp,
    È da tre giorni che ho male di testa, può essere può essere dovuto a questo farmaco?
    Grazie

    Reply

    • admin
      22 marzo 2016 @ 16:21

      @ Farid El Mjabber:

      Per quale patologia sta assumendo EcN? Quando avremo questa informazione, potremo rispondere meglio alla Sua domanda.

      Cordiali Saluti

      Reply

  5. lolita
    15 marzo 2016 @ 9:23

    Buon giorno le volevo chiedere se posso dare ECN AL MIO BAMBINO DI 7 ANNI OPERATO PER UNA NEC E HA TOLTO COLON ASCENDE E TRAVERSO E NON HA PIÙ LA VALVOLA ILEOCECALE ,CI HANNO DETTO DI FARE TUTTI I PRIMI 10 GIORNI DI OGNI MESE CICLI CON DICOFLOR IN QUANTO NON CONOSCONO ECN
    GRAZIE MAMMA LOLITA

    Reply

    • admin
      16 marzo 2016 @ 8:51

      @ lolita:

      Con riferimento alla telefonata intercorsa Le confermiamo il trattamento da noi suggerito. L’EcN svolge essenzialmente la sua azione a livello colico. Per questo pensiamo che può esser più efficace ed utile un trattamento con Probinul 5. Infatti la sua composizione comprende sia probiotici che prebiotici svolgendo così la sua azione terapeutica su tutto l’intestino compreso l’intestino tenue e sulla parte del colon e retto. Può quindi sostituire Dicoflor con il contenuto di 1 busta sciolta con poca acqua una volta al dì per circa 4 settimane e poi 1 busta al dì per i primi 10 giorni dei mesi seguenti.

      Cordiali Saluti

      Reply

    • lolita
      17 marzo 2016 @ 9:23

      Grazie infinite !!!

      Reply

      • admin
        17 marzo 2016 @ 10:01

        @ lolita:

        Grazie a lei per la sua visita. Non esiti a contattarci di nuovo se ne avesse necessità.

        Cordiali Saluti

        Reply

  6. Mariangela
    8 marzo 2016 @ 15:50

    Salve soffro di vaginiti e cistiti continue con tampone vaginale, urinocoltura ed esame delle feci culturale negativi.Preciso che ho quarant’anni e non ho il ciclo da dieci anni a causa di un piccolissimo adenoma ipofisario con conseguente iperprolattinemia e colon irritabile(sono intollerante al glutine ed al lattosio).Potrei prendere ecn? Grazie

    Reply

    • admin
      9 marzo 2016 @ 17:22

      @ Mariangela:

      Può senz’altro assumere EcN per contrastare vaginiti e cistiti ed allontanare recidiva. Questo poiché EcN combatte ceppi patogeni di Escherichia coli che sono i più comuni uropatogeni specie per le donne. Inoltre EcN potrà anche coadiuvare l’azione contro l’intestino irritabile. La posologia da seguire è la seguente:
      – 1 capsula EcN in vicinanza di un pasto per 4 giorni;
      – 2 capsule di EcN, 2 volte al dì sempre in vicinanza ai pasti per 5-6 settimane.

      Al fine di prevenire ricadute dopo il trattamento iniziale assuma 1 capsula di EcN, 2 volte al dì per 10 giorni, per 5-6 mesi seguenti al trattamento iniziale.

      Cordiali Saluti

      Reply

  7. Michele
    4 marzo 2016 @ 15:18

    Ho provato vari integratori di probiotici liofilizzati,latte fermentato VSL3, ecc,tutti senza esito positivo per la mia Rettocolite ulcerosa,mi incuriosisce questo particolare ceppo EcN sopratutto perche’ e di origine umana quindi riconosciuto dal sistema immunitario,attualmente tengo a bada la malattia con una dose di mantenimento di 2 compresse di mesalazina da 400mg al giorno. (Rettocolite lieve moderata).
    Per eventuale sostituzione della mesalazina con EcN, che dose mi consiglia e con che frequenza? sicuramente vanno fatti dei cicli.
    grazie

    Reply

    • admin
      7 marzo 2016 @ 10:40

      @ Michele:

      Può iniziare assumendo 1 compressa di mesalazina ed una capsula di EcN per 4 giorni. Dal 5° giorno assuma solo 1 capsula di EcN, 2 volte al dì in vicinanza dei pasti. Il ciclo con EcN può essere lo stesso da Lei attuato con mesalazina ma dovrà durare almeno 3 mesi al fine di prolungare il periodo di remissione e diminuire l’incidenza di effetti secondari.

      Cordiali Saluti

      Reply

      • Michele
        7 marzo 2016 @ 17:16

        Quindi dal 5° giorno devo assumere 2 capsule prima dei pasti per almeno 3 mesi,poi interrompo il tutto per 10 giorni e riprendo per 20 giorni,sempre 2 capsule prima dei pasti,e cosi via?
        Cordiali saluti

        Reply

        • admin
          8 marzo 2016 @ 17:14

          @ Michele:

          Questo trattamento in fase di remissione può cessare dopo 3 mesi e prolungherà il periodo della remissione. Quando dovessero ripresentarsi i primi disturbi come da Lei intuito, potrà fare un altro ciclo con lo stesso trattamento iniziale.

          Cordiali Saluti

          Reply

  8. maurizio
    3 marzo 2016 @ 12:34

    EcN può variare il ph colon? se si assumono farmaci a rilascio modificato/controllato (es.mesavancol) possono interagire sul rilascio del farmaco se variano il ph intestinale? EcN ha azione dal trasverso trasverso fino al retto? grazie

    Reply

    • admin
      7 marzo 2016 @ 10:59

      @ maurizio:

      L’azione di EcN non varia il pH colico ma agisce per riportarlo alla norma e quindi non influisce sul rilascio del farmaco, ma anzi può favorirlo. EcN inizia la sua azione nell’ascendente e prosegue fino al retto poiché si libera dalla gastroresistenza nel tratto terminale dell’ileo.

      Cordiali Saluti

      Reply

Rispondi a Rita Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *