454 Comments

  1. Angelo
    13 luglio 2018 @ 18:26

    Buongiorno, soffro di una malattia infiammatoria non specifica… sto prendendo clipper 2 pastiglie al mattino più lucen 20 mg… il GE mi ha introdotto ECN 1 pastiglia primo quattro giorni e poi 2 … sono quasi 10 gg che le prendo e le feci no si formano tanto in più faccio molta aria… è normale? Quanto ci vuole per avere beneficio? Va bene prenderle 2 contemporaneamente al mattino?

    Reply

    • L'esperto
      20 luglio 2018 @ 16:24

      Salve, è assolutamente normale che durante i primi giorni di trattamento con EcN si possano riscontrare un leggero gonfiore addominale ed un aumento della frequenza di defecazione (fino a tra volte al giorno) con feci anche molli, ma non liquide. Tali effetti non devono preoccupare in quanto sono transitori e indice di una reale colonizzazione da parte di EcN nel colon. Prosegua quindi la sua terapia, eventualmente separando l’assunzione delle due capsule di EcN (una a pranzo e una a cena).

      Reply

  2. Giusy
    13 luglio 2018 @ 17:16

    Salve ecn si luo mettere anche x via vaginale ? Io soffro di escherichia coli da anni ..ha delle contronindicazioni?

    Reply

    • L'esperto
      20 luglio 2018 @ 16:19

      Salve, EcN agisce a livello intestinale contrastando alla fonte i batteri uropatogeni responsabili delle infezioni ricorrenti delle vie urinarie. Non è indicata la somministrazione per via vaginale.

      Reply

  3. Simonetta Totaro
    11 luglio 2018 @ 18:36

    Buongiorno io sono ecn periodicamente ormai da tempo. avevo sospeso per un po’ perché avevo raggiunto uno stato di benessere, ora ho dovuto ricominciare perché purtroppo mi si è ripresentato il problema con forti coliche addominali, all’inizio della terapia però, oggi è il quarto giorno io lo prendo correttamente come prescritto, ho iniziato ad avere problemi di esagerata evacuazione due al giorno o comunque feci molli. Questo può verificarsi? Io alla sera prendo anche Enterolactis Plus. Grazie per l’attenzione che vorrete rivolgermi. Simonetta

    Reply

    • L'esperto
      20 luglio 2018 @ 16:22

      Salve, durante i primi giorni di trattamento con EcN (anche quando si ricomincia dopo un mese o più di sospensione) è possibile riscontrare un leggero gonfiore addominale ed un aumento della frequenza di defecazione (fino a tra volte al giorno) con feci anche molli, ma non liquide. Tali effetti non devono preoccupare in quanto sono transitori e indicano una reale azione di colonizzazione da parte di EcN nel colon. Prosegua quindi la sua terapia, eventualmente separando l’assunzione delle due capsule di EcN (una a pranzo e una a cena).

      Reply

  4. Carmen
    7 luglio 2018 @ 7:58

    Salve,soffro di diverticolite,ho una dieta molto ristretta e quando mangio le fibre mi viene subito il mal di pancia! Sono intollerante alla mesalazina,faccio dei cicli di Normix e quando e’ necessario prendo il ciproxin 500 con dei cicli di reuflor(tutto prescritto dal gastroenterologo).Periodicamente ho dolori al basso ventre.Sarebbe utile fare ecn fermenti e come prenderli? La ringrazio vivamente ed attendouna sua risposta

    Reply

  5. Rita
    5 luglio 2018 @ 16:23

    Salve, mi sono accorta che alla mia farmacia ecn arriva in contenitori non refrigerati, al contrario ad esempio del vsl#3. Puó questo rendere inattivo il prodotto?
    Grazie
    P.s. le due capsule quotidiane sono da prendere insieme? Oppure mattina e sera?

    Reply

    • L'esperto
      9 luglio 2018 @ 13:01

      Salve, ci risulta strano che non venga garantita la catena del freddo nel trasporto di EcN. Se vuole può fornirci il nome della farmacia così potremo verificare. Ad ogni modo EcN mantiene la sua attività fino a 72 ore se conservato a temperatura ambiente. Potrà assumere indifferentemente le 2 capsule, insieme poco prima di cena, oppure 1 poco prima di pranzo ed 1 poco prima di cena.

      Reply

  6. Bruna Presezzi
    5 luglio 2018 @ 13:24

    Buon giorno. Dopo sei mesi di escherichia coli vaginale, l’ho debellata senza antibiotici ma con ECN…. Ringrazio molto una persona importante della Cadigroup che mi ha seguita, anzi due. Quindi gli antibiotici non servono e mi sono sempre rifiutata di prenderli.

    Reply

  7. Rita
    1 luglio 2018 @ 9:43

    Buongiorno, sto provando da 4 giorni ecn per infezione recidivante ormai da 6 anni (esch.coli, Proteus mirabilis, ent.faecalis, etc.). Che dose giornaliera consigliate? Una o 2 compresse?
    Ho 80 anni.
    Grazie

    Reply

    • L'esperto
      2 luglio 2018 @ 15:34

      Salve, per ottenere ottimi risultati nel trattamento delle infezioni ricorrenti delle vie urinarie l’indicazione è quella di iniziare con una terapia d’attacco con 2 capsule di EcN al giorno per almeno 30 giorni (magari iniziando con 1 capsula per i primi 5 giorni) in modo da permettere ad EcN di colonizzare l’intestino in maniera ottimale. Sarà poi importante effettuare dei cicli mensili di prevenzione con 1 capsula di EcN al giorno per 20 giorni al mese per almeno 6-8 mesi così da mantenere sempre l’intestino colonizzato ed impedire possibili reinfezioni.

      Reply

  8. ros
    23 giugno 2018 @ 17:17

    Salve… Il mio gastroenetrologo mi ha consigliato escherichia Coli per la proctite ulcerosa di cui soffro da 4 anni. Siccome ho scoperto di essere intollerante alla mesalazina per via orale, mi ha consigliato questo prodotto dicendomi di prendere 1cp al dì per i primi 4 giorni e poi 2 al giorno.
    Lei pensa che sia eccessivo assumere poi sempre 2 compresse al giorno senza mai interrompere? Non vorrei rischiare di fare lo stesso errore che feci con mesavancol poichè mi disse di prenderne 2 cp tutti i giorni fin quando non ho scoperto di essere diventata intollerante… Grazie per il consiglio.

    Reply

    • L'esperto
      25 giugno 2018 @ 17:13

      Salve, nel suo caso specifico è importante continuare l’assunzione di EcN al massimo dosaggio (2 capsule al giorno) per ottenere un’efficacia antinfiammatoria paragonabile a quella della mesalazina. EcN è un prodotto sicuro che può essere utilizzato cronicamente senza problematiche di assuefazione o intolleranza. Le suggeriamo quindi di seguire la posologia consigliata dal suo gastroenterologo.

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *