325 Comments

  1. Ermanno
    12 settembre 2017 @ 21:57

    Gentili, uso faringel con successo da un paio di anni, volevo sapere se può creare problemi con la pressione sanguigna, e se consigliato agli ipertesi, visto che il gaviscon può dare problemi.

    Reply

    • L'esperto
      15 settembre 2017 @ 10:28

      Salve, Faringel può essere utilizzato anche dai pazienti ipertesi in quanto, a differenza di Gaviscon, la quantità di sodio presente nel Faringel è molto inferiore e non porta ad innalzamenti della pressione sanguigna. Potrà quindi continuare ad utilizzare tranquillamente Faringel.

      Reply

  2. gloria baldoni
    31 agosto 2017 @ 9:19

    Vorrei sapere se Faringel può essere somministrato a diabetico

    Reply

    • L'esperto
      4 settembre 2017 @ 16:18

      Salve, Faringel può essere assunto anche dai pazienti diabetici in quanto la sospensione è dolcificata con stevia e quindi il contenuto di glucosio (derivante solo dal miele) è minimo.

      Reply

  3. alina
    25 maggio 2017 @ 20:01

    buona sera ,volevo sapere Riopan e Faringel e la stessa cosa ? grazie

    Reply

    • L'esperto
      30 maggio 2017 @ 11:48

      Salve, Faringel e Riopan non contengono gli stessi principi attivi. Infatti Riopan agisce neutralizzando l’acido gastrico. Faringel invece crea una zattera che impedisce la risalita del contenuto gastrico bloccando il reflusso. Inoltre Faringel contiene attivi naturali (aloe vera gel, propoli depollinata, camomilla, calendula e miele) con un’azione antinfiammatoria sulle mucose della bocca, gola ed esofago, dando rapido sollievo a tutti i sintomi correlati al reflusso.

      Reply

      • Leonardo
        8 giugno 2017 @ 16:04

        Soffro di reflusso gastroesofageo ed il gastroenterologo mi ha prescritto Faringel Stick 2 volte al giorno per 6 mesi fino al prossimo controllo.
        Faringel non è mutuabile e lo pagherò circa €15 per 20 stick che mi dureranno 10 giorni.
        Gaviscon col SSN mi costa solo 1euro.
        E’ davvero più efficace del Gaviscon?

        Reply

        • L'esperto
          19 giugno 2017 @ 9:51

          Salve, nonostante Faringel e Gaviscon abbiano lo stesso principio antireflusso, Faringel è arricchito con una miscela di principi naturali che permettono di agire rapidamente sull’infiammazione e sulla cicatrizzazione delle lesioni dovute alla risalita del contenuto acido dello stomaco. Questo si traduce in un sollievo immediato sia dal bruciore gastrico che dalle eventuali infiammazioni a carico della bocca, della gola o dell’esofago.

          Reply

  4. tiziana p
    18 aprile 2017 @ 11:33

    Buongiorno, soffro di ernia iattale (2 cm). Mi hanno prescritto inibitore di pompa per 6 mesi e gaviscon a vita. Vorrei, però, provare Faringel (mi sembra più naturale), volevo però sapere se lo posso associare al vostro glucomannano per dimagrire. Se sì seguo le modalità indicate? o altre? grazie, saluti,

    Reply

    • admin
      3 maggio 2017 @ 12:19

      Salve, potrà associare tranquillamente Ecamannan al Faringel, assumendo 3 capsule di Ecamannan appena prima del pasto (pranzo e cena) e 1 stick o un misurino di Faringel subito dopo il pasto. Inoltre potrà assumere Faringel anche la sera prima di coricarsi per contrastare in modo efficace i reflussi notturni.

      Reply

  5. Giovanni
    4 dicembre 2016 @ 15:17

    Buongiorno,
    Soffro di reflusso faringo-laringeo e come unico sintomo ho mal di gola quotidiano. Da qualche giorno ho iniziato ad usare il vostro prodotto associandolo agli inibitori di pompa e devo dire che sto riscontrando beneficio. Dopo quanto tempo si vedono grossi effetti per una guarigione completa con Faringel?
    Grazie mille!

    Reply

    • admin
      6 dicembre 2016 @ 12:41

      @ Giovanni:

      Ci fa piacere che stia riscontrando benefici sin dalle prime somministrazioni di Faringel. Infatti, grazie alla sua specifica composizione fitoterapica, Faringel agisce in modo rapido ed efficace non solo sulle mucose infiammate, ma interviene anche a livello gastrico, eliminando la causa del problema che è, di fatto, il reflusso. Per ottenere benefici importanti e duraturi le consigliamo di proseguire il trattamento per almeno 30 giorni o fino alla completa scomparsa dei sintomi da lei indicati.

      Tenga comunque presente che è possibile che i sintomi ricompaiano in futuro ogni qual volta si presentino nuovamente i problemi di reflusso. Le suggeriamo quindi di utilizzare Faringel anche “al bisogno” non appena dovessero presentarsi episodi simili.

      Cordiali Saluti

      Reply

  6. Giuseppe d.
    21 novembre 2016 @ 7:40

    Salve soffro di esofagite da reflu. Da sempre ho 45 anni,dopo un episodio da inalazione acido glisociclico(aldeide) sono iniziati i seguenti problemi: secchezza della gola,palato,difficoltà a deglutire a volte con dolore,solletico alla gola,ho usato :gaviscon,gerd off,refluxsosan,gastrotuss,inoltre al mattino prendo pantorc 40,inutile dire che la dieta e ferrea e assumi solo acqua,visto che faringel potrebbe essere una soeranza lei cosa consiglia?
    Ps: l’ otorino dove ho fatto 4 laringoscopie mi ha detto che ho un reflusso schiumoso,w che la gola irrititatissima….

    Help sto impazzendo

    Reply

    • admin
      24 novembre 2016 @ 12:01

      @ Giuseppe d.:

      Sicuramente l’inalzione dell’aldeide ha peggiorato lo stato infiammatorio della sua mucosa, già indebolita dal reflusso che l’accompagna da tempo, causando quindi le problematiche che ci riferisce. È necessario quindi agire sia sul reflusso gastroesofageo, che soprattutto sulla mucosa orale. Per questo motivo può esserle d’aiuto Faringel perché, oltre all’azione del sodio alginato nel contrastare il reflusso gastro-esofageo, contiene una selezionata miscela di fitoterapici (aloe, propoli, miele, calendula e camomilla) che agisce proprio a livello della gola e del cavo orale, con un’azione antinfiammatoria, anestetica e lenitiva. Le consigliamo di assumere uno stick (o un misurino da 7 ml) di Faringel subito dopo i due pasti principali, avendo cura di tenerlo in bocca per un paio di minuti prima di deglutire, e di evitare di bere o mangiare per almeno 10 minuti dopo l’assunzione. Faringel le darà fin subito sollievo dai sintomi, ma per ottenere risultati più lunghi e duraturi dovrà continuare il trattamento per un periodo prolungato.

      Cordiali Saluti

      Reply

  7. Daniele
    17 novembre 2016 @ 21:46

    Per quanto tempo posso assumerlo? Ci sono controindicazioni? Grazie

    Reply

    • admin
      18 novembre 2016 @ 11:58

      @ Daniele:

      Può assumerlo tranquillamente anche per periodi prolungati, senza alcuna controindicazione.

      Cordiali Saluti

      Reply

  8. federica
    14 novembre 2016 @ 13:17

    buongiorno volevo sapere se il faringel ha effetto anche come gastroprotettore . Devo prendere antibiotico e vorrei sapere se è utile per proteggere lo stomaco .
    grazie

    Reply

    • admin
      17 novembre 2016 @ 9:10

      @ federica:

      Il Faringel ha un’azione meccanica per cui non interferisce con l’acidità gastrica. Ad ogni modo gli antibiotici normalmente non richiedono l’utilizzo concomitante di un gastroprotettore.

      Cordiali Saluti

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *