379 Comments

  1. Alessandra
    2 aprile 2015 @ 20:59

    Buongiorno, vorrei sapere per cortesia se in commercio rimmarrà anche il probinul neutro, in quanto gli edulcoranti sono nocivi per gli animali.

    Reply

    • admin
      29 aprile 2015 @ 13:21

      @ Alessandra:

      Il Probinul Neutro è fuori produzione. Ad oggi non ci sono evidenze che la Stevia possa essere tossica per gli animali. Ad ogni modo in alternativa può ricorrere al Probinul capsule che non contengono dolcificante. Potrà facilmente aprire due capsule, scioglierle in poca acqua e somministrarle al suo amico a quattro zampe esattamente come faceva prima con le bustine di Probinul Neutro.

      Nota: questa risposta arriva in ritardo a causa di problemi tecnici non dovuti a noi, ci scusiamo comunque per l’eventuale disagio.

      Cordiali Saluti

      Reply

  2. Ornella
    22 marzo 2015 @ 17:34

    Buona sera,uso Probinul sia per me che per le mie gatte e lo trovo un ottimo prodotto,ma ho una domanda da farvi sul nuovo Probinul 5. A differenza del prodotto precedente (neutro) che si scioglieva benissimo in poca acqua per darlo alle mie micine,il nuovo ha una parte che si cristallizza e rimane insolubile e mi diventa difficile darglielo con la siringhetta!
    Cosa posso fare?
    Grazie!

    Reply

    • admin
      23 marzo 2015 @ 13:59

      @ Ornella:

      Può provare ad aumentare leggermente il quantitativo di acqua, avendo sempre l’accortezza di versare lentamente e progressivamente il liquido sulla polvere (e non viceversa). Se dovesse incontrare ancora difficoltà non esiti a contattarci nuovamente.

      Cordiali Saluti

      Reply

  3. Stefano
    16 marzo 2015 @ 22:06

    @Admin.
    Avevo letto la sua risposta diverso tempo fa ma, allora, mi ero dimenticato di ringraziarla. Ne approfitto ora per farlo. Distinti saluti.

    Reply

    • admin
      17 marzo 2015 @ 18:20

      @ Stefano:

      Non c’è problema, si figuri. Grazie a lei per la Sua visita.

      Reply

  4. deseb
    16 febbraio 2015 @ 21:56

    admin grazie per i suggerimenti, immagino che si sia informato. Probinul lo sto continuando a dare, senza non saprei come fare per curare la malattia, il mio gatto fa 18 anni a marzo.

    Reply

  5. Antonio
    13 febbraio 2015 @ 14:24

    Buongiorno dottori,
    Da un paio di giorni sono venuto a conoscenza del Vostro prodotto e del suo utilizzo in animali con patologie renali o intestinali.
    La mia gatta di 15 anni soffre di IRC da ben 9 anni e finora, grazie a regolari ipodermoclisi di Ringer Lattato eseguite da noi a casa, cibo renal e farmaco dedicato (Fortekor, 2.5 mg al dì) siamo riusciti a contenere la malattia con discreto successo. Per un lungo periodo di tempo le ho anche somministrato combinazioni di probiotici e fermenti, oltre a piccole dosi di Vitamina B.
    La gatta, però, è stata da sempre soggetta a stipsi, disturbo che circa un anno fa si era manifestato in forma davvero preoccupante. Da allora, dietro consiglio della clinica veterinaria che l’aveva aiutata nell’emergenza, somministro pochi semi di Psillio nel suo umido tutti i giorni. La stipsi è scomparsa, non ci era mai successo di avere un periodo così lungo di regolarità intestinale.
    La IRC della mia gatta è borderline (valori di BUN e Creatinina pari al limite max del laboratorio, occasionalmente alcuni decimali sopra) e nell’ottica di mantenerla tale mi chiedevo se un trattamento con Probinul 5 sia indicato.
    Le mie domande sono:
    1- Posso somministrare Probinul 5 pur mantenendo i semi di Psillio che finora non mi hanno tradito?
    2- Il trattamento con Probinul 5 deve essere prolungato nel tempo (a vita) oppure deve seguire dei cicli?
    3- La gatta pesa 4.5 kg e, come dicevo, con una IRC borderline: vale la posologia già indicata ad altri utenti (una bustina intera per i primi dieci giorni, poi mezza bustina al dì)?
    4- In quanta acqua (in ml) devo diluire il contenuto di una bustina e di mezza bustina?
    5- Quanto tempo prima del pasto del mattino devo darle il Probinul 5?
    Scusate la prolissità.
    Vi ringrazio fin da ora per il tempo che vorrete dedicarmi.

    Reply

    • admin
      17 febbraio 2015 @ 9:07

      @Antonio:

      I migliori risultati potrà ottenerli somministrando alla Sua gatta Probinul 5 come già indicato agli altri utenti, ossia una bustina per i primi 10 giorni e poi mezza bustina per almeno due mesi. Sciolga la polvere nel minor quantitativo di acqua necessario e poi somministri la soluzione ottenuta alla Sua gatta con una siringa priva di ago, preferibilmente a stomaco vuoto. Come dimostrato da un lavoro condotto su umani affetti da IRC, utilizzando il Probinul 5 potrà ridurre notevolmente la formazione di prodotti tossici a livello renale riequilibrando la flora intestinale la cui disbiosi è una causa dell’insufficienza renale ed in tal modo ritarderà anche la cronicizzazione dell’insufficienza renale stessa.

      Inoltre eliminando la disbiosi intestinale si combatte la stipsi in modo fisiologico ma occorrerà più di qualche giorno di trattamento prima di vedere il miglioramento. Può quindi continuare ad utilizzare lo Psillio, ma tentare di ridurne progressivamente il dosaggio fino a sospenderlo nell’arco di una settimana. Se poi i problemi di stipsi dovessero ripresentarsi farà sempre in tempo ad aggiungerlo nuovamente alla dieta della Sua gatta come fatto finora. L’unica accortezza è quella di somministrare Probinul 5 ad almeno due ore di distanza dallo Psillio.
      Proseguendo in modo continuativo la cura potrà mantenere il risultato raggiunto.

      Cordiali Saluti

      Reply

  6. ilenia
    10 febbraio 2015 @ 23:13

    Buona sera, abbiamo scoperto da poco una grave insufficienza renale nel mio gatto di 8 ann. Vorrei provare a dare probinul per aiutarlo ad abbassare crea e azotemia, ma uno dei tanti veterinari sentiti mi ha detto che i probiotici potrebbero bloccare l’intestino causando stipsi. È vero? Lui È assolutamente regolare nel delegare, non ha nessun genere di problema. Grazie

    Reply

    • admin
      12 febbraio 2015 @ 13:56

      @ilenia:

      Può somministrare Probinul 5 al Suo gatto con assoluta tranquillità. La nuova formulazione, infatti, non solo le assicura ottima e comprovata efficacia nel trattamento dell’insufficienza renale cronica, ma contiene anche selezionati ceppi di probiotici che contribuiscono a mantenere il regolare transito intestinale.

      Cordiali Saluti

      Reply

  7. Viviana
    6 febbraio 2015 @ 14:11

    Buongiorno, la ringrazio per la celere risposta. Non lo sapevo. Posso utilizzare il Propinul 5 con un cane con IBD? La ringrazio cordiali saluti

    Reply

    • admin
      9 febbraio 2015 @ 12:55

      @Viviana:

      Può tranquillamente somministrare Probinul 5 anche al Suo cane. Probinul 5, infatti, oltre ai ben noti ceppi probiotici, contiene anche ben tre tipi di fibre prebiotiche, le quali agiscono principalmente a livello del colon, e saranno pertanto particolarmente utili per contrastare l’IBD del Suo cane.

      Cordiali Saluti

      Reply

  8. deseb
    5 febbraio 2015 @ 12:27

    Ho usato il PROBINUL, rigorosamente gusto NEUTRO, per il mio gatto anziano con irc, ormai da mesi e ne ha beneficiato, valori urea e azotemia rientrati! Ricordo che il cacao è tossico per gli animali, che sia poco come aroma voglio precisare che è meglio evitare e prendere il NEUTRO. Comunque come Admin ha già detto nel nuovo Probinul 5, i fermenti cambiano: c’è il Bifid. Lactis e mancano il Lac. Gasseri, il Lac. Sporogens. Ne ho comprate tre scatole, in altra città, di Probinul5 senza accorgermi delle novità, e al mio gatto NON SO se lo posso dare, per i gatti infatti alcuni fermenti non vanno bene, purtroppo.

    Reply

    • admin
      6 febbraio 2015 @ 10:01

      @deseb:

      Può stare assolutamente tranquillo. La composizione leggermente diversa del Probinul 5 non compromette in alcun modo l’azione benefica sull’IRC del suo gatto, anzi, la tecnologia della microincapsulazione rende il nuovo prodotto più sicuro, più affidabile e più efficace. Le faccio presente che solo in Probinul 5 Lei può trovare oltre ai ceppi più utili a combattere l’IRC (S. Thermophilus, L. Acidophilus, B. longum e B. infantis), anche altri probiotici (B. Lactis e L.Plantarum) che ne aumentano l’azione immunitaria. Essi sono poi associati anche ai tre prebiotici più utili per l’intestino: FOS, inulina ed amido resistente. Continui perciò ad utilizzare senza timore il nostro prodotto, consapevole di aver fatto la scelta migliore per il Suo gatto.

      Cordiali Saluti

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *